Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Funicolare San Pellegrino: prosegue il ripristino, ma c'è incertezza sul futuro

Cominciati a metà luglio, procedono i lavori di ripristino della funicolare di San Pellegrino Terme che collega il centro del paese alla località Vetta. Ma c'è incertezza sulla sostenibilità del progetto.
20 Dicembre 2017

Cominciati a metà luglio, procedono i lavori di ripristino della funicolare di San Pellegrino Terme che collega il centro del paese alla località Vetta. “I lavori sono iniziati e proseguono – spiega il sindaco Vittorio Milesi - anche se ora sono in pausa per la stagione invernale. Appena ci sarà la possibilità di lavorare sul tracciato i lavori riprenderanno. Indicativamente, si concluderanno entro metà anno, in tempo per la stagione estiva”.

Ma non si pensa solo alla funicolare: “Come conseguenza del ripristino, diventa necessario aumentare l’attrattività della zona di arrivo, la località Vetta; qualche idea c’è già: mettere dell’arredo per creare dei punti da cui ammirare il panorama della valle, riqualificare alcuni percorsi pedonali di interesse turistico”.

banner2#"

La costruzione della funicolare risale al 1909, quando la Società Anonima Fonte Bracca inaugurò i lavori che avrebbero permesso di trasportare i turisti dal paese alle case di villeggiatura della località Vetta. Nei decenni la diminuzione del flusso dei passeggeri e l’ammodernamento dei mezzi di trasporto hanno reso obsoleta la storica funicolare, che smette di funzionare nel 1989.

Oggi, grazie ai 5 milioni di euro investiti dalla Regione Lombardia, i 700 e più metri del percorso – che copre un dislivello di quasi 300 metri – stanno per tornare in vita, sotto la supervisione della ditta Leitner. Il recupero è dunque in atto, ma rimane qualche incertezza sulla sostenibilità del progetto: il gruppo Percassi ha fermato i lavori di realizzazione dell’albergo legato al complesso termale e del centro commerciale a causa delle incertezze riguardanti la messa in opera della variante di Zogno.

Ma, come ribadisce con decisione il sindaco Milesi, “La funicolare ha senso se affiancata al centro commerciale, all’albergo delle terme, cioè all’interno di un contesto che attrae molti turisti. Il rallentamento di queste opere, di conseguenza, rende più complicato pensare di riuscire a sostenere economicamente la funicolare”.

Ultime Notizie

X
X
linkcross