Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Gafforelli nuovo presidente Provincia, il Comitato Viabilità Val Brembana: 'Qualcuno riaccenda la speranza'

Nuovo presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli, non ancora ufficialmente operativo che già in Val Brembana montano le aspettative rispetto a quello che sarà il suo operato, soprattutto sul tema della viabilità.
2 Novembre 2018

Il nuovo presidente della Provincia, Gianfranco Gafforelli, eletto mercoledì 31 ottobre, non ha ancora cominciato ufficialmente il suo mandato (4 novembre il passaggi di consegne con l'ex Matteo Rossi) e già, in Valle Brembana, montano le aspettative rispetto a quello che sarà il suo operato, nello specifico sul tema (sempre molto controverso) della viabilità.

In redazione ci è giunta una lettera aperta scritta dal Comitato Viabilità Valle Brembana - che si unisce alla voce del sindaco di San Pellegrino Terme (LEGGI QUA), Vittorio Milesi - sulla mancata promessa da parte dell'amministrazione uscente di avere un incontro di aggiornamento sulla realizzazione della Paladina-Villa d'Almè.

La lettera:

In data 15/10/18 il Sindaco di San Pellegrino Terme ha inviato una richiesta per l’organizzazione di un urgente incontro di aggiornamento sulla realizzazione delle opere di viabilità (tangenziale su di Bergamo: lotto Paladina-Villa d'Almè) ai Sigg. Presidente della Provincia e Consigliere delegato alla viabilità arch. Pasquale Gandolfi. 

A mezzo stampa l'arch. Gandolfi, comunicava di aver avuto proprio quel giorno un incontro con i tecnici incaricati della stesura del progetto definitivo e assumeva l’impegno di convocare un incontro prima della fine del mandato per aggiornare Sindaci e Comitato sullo stato della progettazione. Ad oggi (31/10/2018 ndr), ultimo giorno di mandato degli attuali Amministratori Provinciali, silenzio assoluto!

Queste sono le chiare dimostrazioni che :

- l’attenzione dei rappresentanti della Provincia di Bergamo alle problematiche della viabilità è assai scarsa; 

- per la Provincia di Bergamo i cittadini non contano nulla se non in prossimità di elezioni;

- la Provincia di Bergamo ha poco rispetto dei cittadini;

- la Provincia di Bergamo non è in grado di prendere decisioni;

- la Provincia di Bergamo è più attenta alle logiche di partito che alle difficoltà dei cittadini;

- la Provincia è rimasta sorda alle sollecitazioni che da anni portiamo avanti;

- la Provincia di Bergamo per la cura della propria immagine, si è specializzata in annunci non seguiti da fatti e promesse non mantenute;

- la Provincia di Bergamo ha la memoria corta mentre le ore di viaggio che i cittadini delle Valli Brembana e Imagna e dei Comuni interessati sprecano, per percorrere il tragitto da e per il luogo di lavoro, si allungano sempre di più; 

- la Provincia di Bergamo non si rende o non si vuole rendere conto che questa situazione è la causa principale dello spopolamento delle Valli e che tutto il tempo, quotidianamente sprecato in coda potrebbe essere utilizzato per lavorare, per stare più in famiglia e per avere più tempo libero.

Questo è tutto ciò che non vorremmo dalla prossima Amministrazione Provinciale.

Purtroppo i segnali di speranza si sono spenti.

Ci sarà qualcuno che vorrà o saprà riaccenderli?

Ultime Notizie

Da Milano a Genova passando per Rimini, i ragazzi dell'Istituto Maria Consolatrice tornano in gita

Dopo due anni di chiusure per la pandemia, finalmente tutti gli alunni dell’Istituto Maria Consolatrice di Cepino hanno avuto la possibilità di fare la propria gita. Nella settimana dal 17 al 20 maggio la scuola ha chiuso (parzialmente) le sue porte alla didattica in classe, per dare spazio alle uscite nel territorio vallare e italiano alle varie sezioni.

X
X
linkcross