Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Gli impianti sciistici di Carona-Val Carisole hanno un nuovo gestore: è Stefano Dentella

Stefano Dentella, già a capo della Sviluppo Monte Poieto, ha acquistato i beni del Fallimento Brembo Super Ski per 1 milione e 400 mila euro, ovvero il prezzo a base d'asta.
22 Aprile 2021

Buone notizie per il comprensorio sciistico Carona-Val Carisole. Al termine ultimo per la presentazione delle offerte di acquisto dei beni del Fallimento Brembo Super Ski, è pervenuta una proposta: si tratta di quella avanzata da Stefano Dentella, già a capo della Sviluppo Monte Poieto, che ha acquistato i beni per 1 milione e 400 mila euro, ovvero il prezzo a base d'asta.

Il primo step in questa direzione era stato fatto lo scorso novembre, quando l'imprenditore aveva offerto la gestione degli impianti a 700 mila euro con proposta irrevocabile d'acquisto, giunto dopo cinque mesi: i beni comprendono le tre seggiovie di Val Carisole – Alpe Soliva, Conca Nevosa e Valgussera –, gli impianti di innevamento, delle aree edificabili (in località Paese, a Carona) e la seggiovia biposto Foppolo Centro – Piazzale degli Alberghi, nel Comune di Foppolo.

Come riporta il quotidiano Bergamonews, bisogna ora attendere il progetto e saldare definitivamente l'acquisto, con l'obiettivo di partire per la campagna promozionale già da agosto. Nel frattempo, la Sviluppo Monte Poieto vorrebbe proporre all'Amministrazione comunale di Carona un accordo, con lo scopo di cedere al Comune il diritto di acquistare tutti i beni, eccetto il terreno edificabile, la seggiovia di Foppolo e l'impianto di innevamento.

 

723 banner adv trony - La Voce delle Valli

In più, la Società di Dentella verserebbe a Carona 700 mila euro (affitto anticipato) meno la cauzione già versata (140 mila euro) ed il costo del terreno edificabile (150 euro), per ricevere in cambio l'affitto dell'intera stazione per 15 anni, a patto che il Comune sostituisca entro due anni la seggiovia Alpe Soliva con una quadriposto.

Dopo una stagione andata in fumo a causa dell'emergenza sanitaria, la speranza è quella di ripartire dal prossimo inverno, in completa sicurezza e tramite l'applicazione di listini prezzi a tariffe abbordabili per non pesare ulteriormente sulla situazione economica degli avventori, magari proponendo nuovamente l'idea del ticket unico da utilizzare congiuntamente agli impianti di risalita di Foppolo.

(Fonte: bergamonews.it | Fonte immagine in evidenza di visitbrembo.it)

Ultime Notizie

X
X
linkcross