Abbatte 73 tordi con un richiamo acustico vietato: denunciato un 60enne della Val Brembana

Eleonora Busi 14/10/2020 0 commenti

Un 60enne originario della bassa Valle Brembana è stato fermato e denunciato nel fine settimana dopo essere stato scoperto a cacciare tordi (della specie Bottaccio “Turdus Philomelos”) nelle campagne del Comune di Romanengo – in provincia di Cremona – con un richiamo acustico telecomandato vietato per l'attività venatoria. L'uomo, titolare di regolare licenza di caccia, è stato fermato dai militari insospettiti dall'alto numero di tordi abbattuti, ben 73.

Dopo una perquisizione, il personale della Polizia Provinciale di Cremona hanno ritrovato il richiamo acustico telecomandato, completo di batterie, che riproduce un suono stridulo e meccanico detto “zizzo”, con lo scopo di attirare i tordi.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Il dispositivo è acquistabile regolarmente per finalità scientifiche o di educazione ambientale, ma il suo utilizzo è severamente vietato per quanto riguarda l'attività venatoria, pena una multa fino a 1.549 euro.

Denunciato alla locale Procura di Cremona, mentre i carabinieri forestali di Crema e la Polizia Provinciale di Cremona hanno sequestrato i 73 tordi abbattuti, il telecomando utilizzato per rendere più fruttuosa la caccia ed un fucile sovrapposto.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Marzo 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

    






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph