Finale 3-4 posto 2° Imagna Tournament: Udinese-Rimini 4-3

Marco Locatelli 04/06/2019 0 commenti

UDINESE-RIMINI 4-3

Una partita pirotecnica la finalina 3-4 posto tra Udinese e Rimini. Il match parte equilibrato con un elegante giro palla del Rimini. A rompere il ghiaccio ci pensano proprio i romagnoli con una velenosa incornata di Caldari che vola alta sopra la traversa. La prima occasione di marca friulana arriva invece all'11' con un pericoloso tiro a incrociare di Pozzani, dopo una maestosa percussione sulla fascia di Zuliani.

È ancora l'Udinese al 15' con Giliberti che innesca Zuliani che, a tu per tu con il portiere riminese, conclude di poco a lato con una rasoiata. Il forcing dell'Udinese prosegue e al 16' arriva il goal: tiro da fuori area di Basha e su respinta del portiere è lesto ad approfittarne Garbero con un tap-in da manuale. I bianconeri fanno valere la loro superiorità tecnica, ma la qualità della manovra non è delle migliori viste nel torneo.

Le squadre sono chiuse, non arrivano giocate degne di nota da entrambe le parti. Ma poco prima di avviarsi negli spogliatoi, il Rimini trova il goal del pareggio. Al 34' Tonini libera Ulloa davanti alla porta che non sbaglia. 1-1. Tutti a prendere il te.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Nel secondo tempo gli equilibri non cambiano. Al 5' l'Udinese si riporta in vantaggio. Su angolo Basha la tocca di testa, il numero 1 del Rimini Cattani smanccia, ma sulla respinta Zuliani arriva prima di tutti e insacca. Meno di cinque minuti dopo ed è ancora pareggio con Tonini del Rimini che su calcio d'angolo trova l'incornata vincente. 2-2.

Mancano 15' e le squadre sembrano aver tirato i remi in barca e accontentarsi di un pareggio – tutto sommato giusto per quanto visto in campo - ma un brutto pasticcio di Cattani condanna i suoi: il n.1 del Rimini (un po' “alla Donnarumma”, non ne vogliano i milanisti) tergiversa con la palla e invece di servire un suo compagno si fa soffiare il pallone da Federizzi che, a porta sguarnita, firma il 3 a 2.

Questa volta la risposta del Rimini non arriva. Da qui in poi è infatti dominio Udinese. Cattani si fa perdonare con un paio di parate: prima bloccando un bolide a mezza altezza di Damiani su una punizione di seconda al 19' e poi respingendo un violento rasoterra di Federizzi al 26'

Il Rimini fatica a distendersi e al 31' Rossitto (subentrato a Pinzi) – dopo una bellissima azione corale (una delle poche dei friulani) – piazza la palla alle spalle Antonelli, subentrato allo sfortunato Cattani. 4 a 2. Ormai la partita ha detto tutto. Il Rimini trova però ancora la forza – e un pizzico di fortuna – per fare il goal del 4 a 3 con un tiro cross di Angelini che si infila sotto la traversa. Udinese più cinico, Rimini più sfortunata.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Marzo 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

    






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph