Rosa Camuna 2020, Premio alla Memoria a Felice Gimondi: ''simbolo dell'essere bergamaschi''

Eleonora Busi 30/06/2020 0 commenti

Ci sono anche Felice Gimondi e Michela Moioli fra le quindici personalità selezionate dal Consiglio regionale lombardo per la Rosa Camuna 2020, il massimo riconoscimento assegnato ogni anno dalla Regione Lombardia alle personalità e alle realtà che più di sono distinte in campo economico, sociale, culturale e sportivo. Felice Gimondi, grande campione del ciclismo italiano originario di Sedrina e scomparso nell'estate del 2019, riceverà il Premio alla memoria.

Il nome del grande campione è stato proposto da me ed è stato condiviso dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Lombardia – sono state le parole del consigliere bergamasco della Lega Giovanni Malanchini, segretario dell’ufficio di presidenza del Consiglio regionale – Scomparso lo scorso anno, Gimondi non era semplicemente un campione del ciclismo, ma un simbolo dell’essere bergamaschi, in quanto esempio di concretezza, semplicità e grande generosità”.

Fra i quindici nomi spunta anche un'altra bergamasca: è Michela Moioli, campionessa sulle piste di snowboard e nella vita, la giovane originaria di Alzano Lombardo riceverà invece una menzione d'onore su proposta del consigliere Malanchini e del consigliere del M5S Dario Violi. “Difficile dimenticare l’immagine di Michela quando a marzo, a Veysonnaz – ha proseguito Malanchini – ha sfrecciato sulla tavola davanti a tutte prendendosi di forza il terzo trofeo di cristallo dello snowboard e, alzandolo al cielo, ha dedicato la vittoria a quella Bergamo martoriata dal maledetto virus, che proprio in quei giorni aveva colpito la sua terra e anche la sua famiglia”.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Due grandi campioni, simbolo della tenacia e della forza d'animo tipica del popolo bergamasco. “Ho proposto i loro nomi in quanto questi campioni, con le loro vittorie, hanno reso grande la terra bergamasca nel mondo” ha affermato il consigliere Malanchini. Fra le centinaia di candidature, il Consiglio regionale lombardo ha selezionato anche il filosofo Carlo Sini, i volontari della Croce bianca di Brescia, l'associazione 'Il mantello' di Mariano Comense e Adele Parini, presidente dell'associazione Caos.

Ai cinque premiati da Palazzo Pirelli si aggiunge poi il premio speciale, già annunciato il 2 giugno dal governatore Attilio Fontana, ad Annalisa Malara, l'anestesista cremonese che con la sua intuizione consentì di scoprire il 'paziente 1' affetto da coronavirus a Codogno. Altra menzione speciale, oltre a Michela Moioli, anche per il personale addetto al reparto Covid del carcere di San Vittore e per il giornale 'Ordine e libertà' di Abbiategrasso. Il premio Rosa Camuna viene consegnato ogni anno il 29 maggio, giorno della Festa della Lombardia, ma quest'anno, a causa dell'emergenza Covid, la premiazione si terrà dopo l'estate.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Settembre 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

    






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph