San Giovanni Bianco, l'ex caserma diventerà la ''Casa della cultura'': aperto il bando per la progettazione

Marco Locatelli 07/09/2017 0 commenti

Nuova vita per l'area della ex caserma dei carabinieri di Lungobrembo Arlecchino a San Giovanni Bianco. La struttura è infatti oggetto di un bando di gara che il Comune di San Giovanni Bianco ha da poco pubblicato e che riguarda la progettazione definitiva della "Casa della cultura" (dopo un concorso di idee del 2016). 

Cosa è la Casa della cultura? La Casa della cultura è una struttura integrata dalla duplice funzione: quando pronta, sarà infatti la sede della nuova biblioteca comunale ed ospiterà al suo interno le opere del pittore Giuseppe Milesi, che la moglie e poetessa Elena Milesi ha lasciato in eredità al Comune di San Giovanni Bianco. 

Dopo il concorso di idee avvenuto nel 2016, e in cui l'ha spuntata la proposta di uno studio milanese (composto dall’ ing. Giorgio Davide Manzoni, ing. Emanuele Giorgi, arch. Tiziano Cattaneo e ing. Massimiliano Koch), ora arriva la fase di progettazione definitiva. Nel 2018 si procederà alla gara di appalto per i lavori. Come si può intuire dai rendering  (che potete vedere nella gallery sottostante), l'idea di fondo non è semplicemente quella di recuperare l'edificio della ex caserma, ma anche di realizzare nell'area restrostante uno spazio coperto a verde, luminoso ed accessibile. L'amministrazione comunale tiene a precisare che "I rendering sono una simulazione del progetto vincitore del concorso di idee e sono alla base del nuovo bando di progettazionem ma ciò non significa che il progetto definitivo rispecchierà obbligatoriamente quanto mostrato nelle immagini" 

LEGGI ANCHE

San Giovanni Bianco, partiti i lavori per l'area di atterraggio d'emergenza

Seguici su tutti i nostri canali social

Casa della cultura: il bando nel dettaglio

Il bando per la progettazione, che scadrà il 25 settembre e ha una base di 200 mila euro, dovrà rispettare le seguenti linee guida: massima flessibilità di fruizione/utilizzo dell’opera; la sostenibilità economica sia dal punto di vista della produzione/consumo di energia sia relativamente ai costi di gestione e manutenzione; uno spazio museale con aree espositive di 300 metri quadrati più 50 metri quadrati di deposito; uno spazio caffetteria/bar; esposizione monografica permanente composta da un centinaio di opere della “collezione Milesi” (con turnazione periodica - alcune delle quali, in numero compreso tra 20 e 50, dovranno trovare collocazione negli spazi della nuova biblioteca).

Inoltre la struttura dovrà essere in grado di ospitare anche eventi artistico/culturale di carattere temporaneo da affiancare alla collezione principale. Un intero piano della Casa della cultura, 300 metri quadrati, sarà dedicato invece alla nuova biblioteca comunale, che dovrà contenere fino a 20 mila volumi e avrà 30 posti a sedere.  Da sottolineare che la quota di piano della biblioteca sarà posizionata al di sopra di quella dell’edificio esistente "ex caserma" per ovviare ad eventuali esondazioni del Fiume Brembo.

 

 

LEGGI ANCHE

San Giovanni Bianco investe nello sport: risanamento PalaSport e restyling tribune campo di Briolo

San Giovanni Bianco a misura di bimbo: il Comune investe sui parchi gioco - le foto


COMMENTI

Lascia un commento





Settembre 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

    






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph