Tutta Italia 'zona rossa', Conte: ''Ora dobbiamo cambiare le nostre abitudini'' (seriamente)

Redazione 10/03/2020 0 commenti

Ieri sera, 9 marzo, il governo ha esteso a tutte le Regioni le limitazioni già disposte nel decreto dell'8 marzo con il quale si blindavano Lombardia e 14 province del Nord a causa dell'emergenza coronavirus. Ora l'intera nazione sarà dunque blindata. Ci sarà divieto di spostamento all'intero di tutto il territorio nazionale se non per comprovati motivi di lavoro, salute o gravi esigenze familiari. L'intera Italia è dunque in regime di "libertà vigilata".  

"Abbiamo adottato una nuova decisione come governo - ha spiegato ieri sera in conferenza il premier Conte -, siamo ben consapevoli di quanto sia difficile cambiare tutte le nostre abitudini. Capisco le famiglie, i giovani, sono abitudini che ragionevolmente con il tempo alla luce delle nostre raccomandazioni potranno esser modificate, ma tempo non ce n’è. C’è una crescita importante dei contagi e delle persone decedute”.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

“I numeri ci dicono che stiamo avendo una crescita importante delle persone in terapia intensiva e purtroppo delle persone decedute - ha aggiunto Conte, come riporta Ansa - Le nostre abitudini vanno cambiate ora: dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell’Italia. Lo dobbiamo fare subito e ci riusciremo solo se tutti collaboreremo e ci adatteremo a queste norme più stringenti”.

Da questa mattina, quindi, in tutta Italia se ci si dovrà spostare da un Comune all'altro sarà necessario avere una motivazione (lavoro o salute fondamentalmente) e presentarla tramite un'autocertificazione per il controllo delle forze dell'ordine. È consentito ovviamente anche spostarsi per fare la spesa, poiché è evidente che procurarsi il cibo rientra tra i motivi di "estrema necessità" . Il modulo può essere scaricato a questo link. Chi non può scaricarlo e stamparlo, può copiare il testo a mano e portare con sé la certificazione. Chi violerà queste limitazioni agli spostamenti rischia fino a tre mesi di reclusione e 206 euro di multa

Seguici su tutti i nostri canali social

TAGS :



COMMENTI

Lascia un commento





Marzo 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

    






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph