Val Brembilla, un concorso rivolto agli studenti delle medie per dire ''no'' al fumo

Bruno Silini 15/12/2017 1 commenti

Il fumo nuoce gravemente alla salute. Non è una novità. Molti medici sono in prima linea nel contrastare, con la prevenzione, l’abitudine deleteria della sigaretta. Un’evidenza che il Comune di Val Brembilla fa propria facendo appello alla creatività degli alunni delle medie dell'Istituto Comprensivo "Giovanni XXIII". Attraverso slogan, cartelloni, poesie, disegni oppure clip multimediali sono invitati a partecipare al concorso a premi  “Il tabacco, la nuova prigione”

L’obiettivo è pensare input efficaci contro il tabagismo. L’iniziativa è promossa con lo scopo di far conoscere ai nostri studenti gli effetti deleteri del fumo, uno dei principali fattori che mette a rischio sia la salute dei fumatori che delle persone che stanno loro vicine, in particolare le donne in gravidanza e i bambini piccoli. Il fumo favorisce per esempio l’insorgenza dei tumori a polmone, gola, bocca e collo dell’utero e ha effetti nocivi sul sistema cardiocircolatorio.

Gli studi hanno poi ampiamente confermato che se il fumo è dannoso ad ogni età, il rischio ad esso correlato di sviluppare una patologia è strettamente dipendente dalla data di inizio di tale abitudine. Purtroppo, stando alle statistiche, l'età in cui si comincia a fumare continua a diminuire. Oggi, quasi tutti gli adolescenti fumano regolarmente o lo fanno di tanto in tanto o, per lo meno, hanno sperimentato la sigaretta considerata una sorta di iniziazione verso il mondo degli adulti oppure dettata dall’influenza degli amici e dal desiderio di emularli. 

Secondo i dati del progetto europeo di indagine scolastica su alcool e altre droghe (ESPAD), i ragazzini italiani detengono il poco invidiabile primato europeo di fumatori in erba: il 37% dei sedicenni ha fumato nel mese precedente, contro una media del 21% nel resto d’Europa. Il concorso di Val Brembilla rientra nell’ambito delle iniziative comunali promosse per tutelare la salute pubblica all’interno del programma “Rete delle città sane”, sviluppato dall’ATS di Bergamo congiuntamente al Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci. 

La partecipazione è gratuita ed è possibile aderire anche in piccoli gruppo di due o tre persone. Gli elaborati dovranno pervenire al protocollo entro la fine di febbraio. Saranno giudicati insindacabilmente da una  commissione comunale creata ad hoc la quale selezionerà i quattro lavori ritenuti migliori. Gli autori riceveranno un diploma e alla classe che frequentano sarà erogato un contributo (primo premio 400 euro) per l'acquisto di libri oppure di materiale scolastico. 

#condividisocial#

COMMENTI

SmettoAdesso 16/12/2017

Il fumo è la più stupida mortale e costosa trappola che l'uomo si sia mai costruito! Inoltre ha un vantaggio inestimabile: prima o poi porta ad un infarto cardiaco che abbrevia la vita del fumatore tanto da risparmiargli di morire di cancro ai polmoni! Smettere di fumare è la più saggia ed intelligente delle decisioni che una persona possa prendere per se stessa e per gli altri, se non sai come farlo inizia da qui: ==> http://goo.gl/WTB0X6 <== Io l'ho creato tu adesso provane la sua efficacia...

Lascia un commento





Giugno 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

    








Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph