Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Il caso a Cambrembo di Valleve: l'acqua potrebbe non essere la causa dei malori

Trovati valori bassi del batterio Escherichia coli nell'acqua di Combrembo, ma potrebbe non essere la causa dei malori dei villeggianti.
9 Gennaio 2018

Sono ufficialmente arrivati gli esami dei villeggianti finiti in ospedale dopo aver passato le festività natalizie a Cambrembo di Valleve, frazione al centro della cronaca in questi giorni perché alcuni villeggianti si sarebbero sentiti male proprio dopo aver bevuto l'acqua della rete idrica del paese (tra l'altro a secco nei giorni scorsi e ora tornato alla normalità).

Stando agli esiti degli esami, tuttavia, non sembrerebbero esserci collegamenti diretti fra i casi di malore o problemi gastrointestinali (tanto da finire in ospedale) avuti dei villeggianti e l'acqua di Cambrembo di Valleve. Tuttavia a causare il malore delle persone finite in ospedale (una donna di 44 anni e la figlia di 9 anni; e altri due bambini di 9 e 10 anni) sarebbe stato l'Escherichia coli, batterio trovato anche nell'acqua di Cambrembo nelle analisi del 4 gennaio. 

"Il sindaco di Cambrembo ha agito per quanto poteva - spiega all'Eco di Bergamo Marcello Dalzano, responsabile dell'Ufficio di sanità pubblica di Bonate Sotto, Dipartimento di igiene e prevenzione sanitaria di Ats Bergamo - ovvero emettendo subito l'ordinanza di divieto di bere l'acqua non appena avuta segnalazione della carenza nel bacino". 

Nessun germe trovato dalla Ats di Bergamo nel sangue dei pazienti ricoverati nelle varie strutture sanitarie del milanese, spiega Dalzano, che aggiunge: "Non sono stati trovati germi nelle analisi effettuate. Non possiamo quindi associare con certezza i disturbi rilevati all'acqua".

"

Per quanto riguarda l'acqua, ieri, 8 gennaio, sono arrivati anche i risultati di quest'ultima effettuati come da protocollo dalla Ats di Bergamo. Sono stati effettuati tre campionamenti: sull'acqua arrivata da Branzi e Zogno portata dalla autobotti per via dell'emergenza idrica e nella parte terminale dell'acquedotto di Camrembo. Secondo Dalzano, la presenza dell'Escherichia coli potrebbe essere dovuta all'immissione e al rimescolamento di acqua dai vigili del fuoco nella rete. 

Mentre l'acqua portata dalle autobotti non è stato rilevato nulla, sono invece state trovate tracce di Escherichia coli nell'acqua di Cambrembo, ma, come sottolineato dal vice sindaco di Valleve Marco Cattaneo "I valori non sono altissimi, i malori potrebbero essere dovuti all'influenza. Casi analoghi, con gli stessi sintomi a quelli segnalati dai nostri villeggianti, sono registrati in altri paesi vicini". 

Ultime Notizie

Da Milano a Genova passando per Rimini, i ragazzi dell'Istituto Maria Consolatrice tornano in gita

Dopo due anni di chiusure per la pandemia, finalmente tutti gli alunni dell’Istituto Maria Consolatrice di Cepino hanno avuto la possibilità di fare la propria gita. Nella settimana dal 17 al 20 maggio la scuola ha chiuso (parzialmente) le sue porte alla didattica in classe, per dare spazio alle uscite nel territorio vallare e italiano alle varie sezioni.

X
X
linkcross