Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Impianti da sci, apertura rimandata. Foppolo: ''Dietrofront imbarazzante. Cos'altro aspettarsi?''

Era ormai tutto pronto per la riapertura, ma un'ordinanza del ministro Speranza fa sfumare i progetti dei gestori,
15 Febbraio 2021

Era ormai tutto pronto: l'Ordinanza del Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana che confermava il via libera, gli accordi per lo skipass unico firmati, calcoli di ingressi contingentati fatti. Gli impianti sciistici ed i comprensori avrebbero dovuto, ufficialmente, prendere il via a partire da oggi, lunedì 15 febbraio

Ma alla Vigilia della tanto attesa ripartenza di un settore in particolare sofferenza, un'ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza – supportata dal Comitato Tecnico Scientifico – fa sfumare ogni progetto di riapertura, rimandando ufficialmente il tutto al 5 marzo 2021 – ovvero alla scadenza del DPCM in corso.

In Valle Brembana i gestori degli impianti da sci, forti dell'ordinanza del Presidente Fontana, avevano lavorato sodo per poter tornare sulle piste in completa sicurezza, attivandosi per potersi adeguare a regole e misure. E così aveva agito anche il comprensorio di Foppolo e Carona, dove un accordo fra Giacomo Martignon, gestore delle seggiovie di Foppolo, e Stefano Dentella, che ha attualmente in affitto gli impianti di Val Carisole, aveva introdotto uno skipass unico da usufruire in entrambe le località (dalla capienza massima di 3.500 contemporaneamente).

Il mancato verdetto del Governo aveva, inizialmente, lasciato un po' di titubanza nei gestori, consapevoli di non avere terreno facile. Dubbi, purtroppo, confermati dall'improvviso dietrofront di Cts e Governo, causato principalmente dalla presenza diffusa a livello nazionale di varianti contagiose, che rischiano di mettere nuovamente in ginocchio il Paese.

Intanto, sul sito web del comprensorio di Foppolo è comparsa una frase che non lascia spazio ad interpretazioni. “Sta arrivando (con calma) la nota ufficiale del Governo, che rovescia quanto lo stesso aveva detto venerdì 12 febbraio: gli impianti da sci rimangono chiusi – si legge – e inutile chiedersi se veramente riapriranno il 5 marzo, vista questa esperienza”.

La voglia di tornare sulla neve era alta anche per gli utenti. “Chi ha acquistato gli skipass online verrà ovviamente rimborsato, dateci qualche giorno di tempo – spiega il sito web – Avevate aderito con entusiasmo alla prevendita e il lavoro da fare è parecchio”. Alla luce di una stagione particolarmente eccellente sul fronte nevoso, il dispiace dei gestori è palpabile. “Una stagione memorabile – scrivono sul sito web – La neve, subito e tanta. Le discussioni sul biglietto unico, surreali. L’attesa, in punta dei piedi. Il dietrofront, imbarazzante. Cos’altro aspettarsi?”.

Ultime Notizie

X
X
linkcross