Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Impianti Foppolo e Carona, due interessati alla gestione ma non corrispondono alle richieste

Due le manifestazioni di interesse per la gestione congiunta degli impianti di risalita di Foppolo e Carona, ma che non stanno alle richieste del bando.
2 Dicembre 2019

Due le manifestazioni di interesse per la gestione congiunta degli impianti di risalita di Foppolo e Carona, ma che non stanno alle richieste del bando. A due giorni dal termine dell'avviso, previsto per il 30 novembre, l'assessore di Carona Angelo Bagini – responsabile unico – ha fatto sapere che le due proposte “non corrispondono alle richieste di Carona e Foppolo”.

Il bando di manifestazione prevedeva l'affitto del comprensorio Brembo Ski, partenza base di 210 mila euro suddivisi per 130 mila a Carona e 80 mila a Foppolo, a cui si andava ad aggiungere il 10% degli utili, di cui 62% a Carona e 38% a Foppolo. A presentarsi SACIF Seggiovie, facente già parte della Monte Torcola per gli impianti di Piazzatorre, e la Sviluppo Monte Poieto di Stefano Dentella, socia della Monte Poieto srl e della Monte Torcola srl, che gestisce Torcola Vaga e Rifugio Gremei a Piazzatorre.

La prima avrebbe dato la propria disponibilità di un aiuto generico nella gestione del comprensorio, mentre la seconda – che ha rifiutato le condizioni poste da Carona – potrebbe portare una nuova proposta economica e la disponibilità di partecipazione nella gestione insieme al Comune. “Nessuna manifestazione concreta, però, nei termini di bando – ha spiegato Angelo Bagini a Bergamonews – che porta ad un proseguimento della gara, sempre con le stesse condizioni”.

Il prossimo step è dunque l'invio di lettere di invito al bando, indirizzate a tutti i gestori di impianti di risalita in Lombardia e sulla piattaforma Sintel. L'assessore è deciso a non superare i cinque giorni per la prossima consegna, al termine della quale il Comune aprirà trattative private con molta probabilità entro il 10 dicembre, per cercare di mantenere la possibile apertura dell'impianto della Val Carisole al 21 dicembre, come precedentemente stabilito.

“Questi sono i quattro mesi più difficili, serve uno sforzo da parte di ogni soggetto interessato per risolvere i problemi e far ripartire gli impianti” – ha confermato Bagini - In ogni caso, continuiamo il nostro lavoro per una gestione corretta ed efficace. Cerchiamo di iniziare questa stagione nel migliore dei modi. Dalla prossima, si può pensare ad un bando di gestione per 6 anni (più altri 6). Servirà necessariamente stabilità, sia per pianificare gli investimenti, sia per le attività collaterali di tutto il territorio, in modo particolare quelle legate al turismo”.

Nel frattempo, le seggiovie di Carona sono state sottoposte a manutenzione e relativi collaudi, risultati positivi. Il prossimo aprile, il Comune – guidato dal sindaco Giancarlo Pedretti – entrerà in gara per l'acquisto all'asta delle proprie seggiovie, con un eventuale finanziamento anche regionale. Per quanto riguarda gli impianti di risalita di Foppolo, invece, dovrebbero aprire i battenti sabato 7 dicembre, come già prestabilito. “La decisione verrà presa all'inizio della prossima settimana”, ha confermato il primo cittadino, Gloria Carletti.

Clicca QUI per conoscere i giorni di apertura di tutti gli impianti di risalita in Valle Brembana.

(Foto by Skiforum.it)

Ultime Notizie

Da Milano a Genova passando per Rimini, i ragazzi dell'Istituto Maria Consolatrice tornano in gita

Dopo due anni di chiusure per la pandemia, finalmente tutti gli alunni dell’Istituto Maria Consolatrice di Cepino hanno avuto la possibilità di fare la propria gita. Nella settimana dal 17 al 20 maggio la scuola ha chiuso (parzialmente) le sue porte alla didattica in classe, per dare spazio alle uscite nel territorio vallare e italiano alle varie sezioni.

X
X
linkcross