Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

In forma con Alex Baldaccini - Dolore di spalla nella pallavolo

Nuovo appuntamento con la rubrica quindicinale del fisioterapista - nonché noto atleta - Alex Baldaccini che darà ai nostri lettori moltissimi consigli su come evitare infortuni, migliorare i propri allenamenti e tanto altro ancora.
29 Febbraio 2020

Dolore alla spalla nel pallavolista, quello che c’è da sapere. La fase di attacco nella pallavolo è un fondamentale che richiede all’atleta di eseguire un movimento ripetitivo, con l’arto elevato (overhead in gergo tecnico) ed a grande velocità. Pensate che un professionista può arrivare ad eseguire questo gesto oltre 40.000 volte nel corso di una stagione agonistica ed a raggiungere velocità della mano di oltre 70km/h, imprimendo alla palla velocità di oltre 100km/h.

E’ quindi facile comprendere quali carichi debba sopportare l’articolazione gleno-omerale, ovvero la spalla. L’alta ripetitività di questo gesto tecnico può addirittura portare ad alterazioni funzionali, biomeccaniche e morfologiche della spalla dominante.

In particolare nei pallavolisti è stato osservato come sia spesso presente una riduzione della rotazione interna della spalla dominante rispetto a quella non dominante e, in minor misura una aumento della rotazione esterna. Inoltre, riguardo alla forza muscolare, i muscoli intrarotatori della spalla dominante sono risultati più forti rispetto a quelli della spalla opposta, portando di conseguenza uno squilibrio di forza fra i muscoli extrarotatori ed intrarotatori e pare che anche i muscoli abduttori ed elevatori del braccio siano più forti.

Tutto questo potrebbe sembrare ovvio ad un primo sguardo, infatti l’arto dominante è quello più utilizzato e, di conseguenza, anche il più forte. Il problema è che questi adattamenti possono portare a sviluppare alterazioni del movimento, in particolare della scapola ed in definitiva a sviluppare sintomatologie dolorose alla spalla, costringendo l’atleta a ridurre o sospendere l’attività sportiva.

Proprio gli squilibri muscolari sembrano essere in grado di predisporre la spalla allo sviluppo di patologie da sovraccarico.
Dopo questa panoramica generale, nel video di settimana prossima vedremo quali strategie si possono mettere in atto per prevenire e per trattare i dolori alla spalla causati da queste problematiche.

Bibliografia
Challoumas D, Stavrou A, Dimitrakakis G. The volleyball athlete's shoulder: biomechanical adaptations and injury associations. Sports Biomech. 2017;16(2):220–237. doi:10.1080/14763141.2016.1222629

Ultime Notizie

X
X
linkcross