Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

In Valle Imagna arrivano 5000 mascherine: il dono di un'azienda di Calcinate

Bel gesto di un'azienda di Calcinate, che ha donato 25000 mascherine ai comuni della bergamasca che ne hanno bisogno
11 Marzo 2020

In arrivo 5000 mila mascherine per Sant’Omobono e quindi tutta la Valle Imagna. In un momento così delicato della lotta al coronavirus, fa notizia la decisione della Maxi Gourmet, azienda alimentare di Calcinate, di donare le proprie mascherine ai Comuni che ne hanno bisogno.

Come spiega il responsabile della qualità Alfredo di CiccoL'Eco di Bergamo, “Ne abbiamo un quantitativo enorme, perché ci riforniamo di anno in anno”. Ecco che è allora nata l’idea di mettere la propria attrezzatura a disposizione degli altri. “Per prima cosa abbiamo contattato il Comune di Calcinate. Il sindaco Gianfranco Gafforelli è anche presidente della Provincia e così ci ha chiesto se potessimo destinarle anche ad altri paesi”.

Un gesto di solidarietà significativo, visto che verranno distribuite, del tutto gratuitamente, 20/25 mila mascherine ai comuni bisognosi. Tra questi c’è anche Sant’Omobono, che le ridistribuirà poi agli altri Comuni della Valle Imagna. Un altro atto solidale, piccoli grandi gesti che, in situazione di crisi, possono davvero fare la differenza.

"Il bello è che i Comuni volevano pagarcele - prosegue Di Cicco - . Abbiamo dovuto spiegare che erano in regalo, ci mancherebbe. Mille sono finite al Comune di Torre de’ Busi, che si è impegnato a distribuirle anche ai paesi vicini. Martedì (ieri ndr) ne consegneremo 5.000 a Sant’Omobono, che le farà avere anche ad altri comuni della Valle Imagna. Oggi (lunedì, ndr) abbiamo soddisfatto le richieste di San Paolo d’Argon e Bolgare. Il tema della solidarietà è particolarmente sentito nella nostra azienda".

Ultime Notizie

X
X
linkcross