Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Istituto Turoldo - Dallo stile Liberty ai dipinti di Lotto, valorizzazione dei gioielli brembani con il progetto Pon

Il progetto Pon prevede che le scuole propongano al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca dei progetti formativi innovativi. I progetti reputati validi verranno finanziati.
14 Novembre 2018

Testo scritto dalle studentesse Chiara Bonzi e Manuela Zanetti della 3BL.

“Una ventata di aria fresca”, così la professoressa di storia dell’arte Rota Nodari dell’istituto “Turoldo” descrive il progetto sul Pon Apo-tech. Ma vediamo meglio di cosa si tratta. Il progetto Pon (Piano Operativo Nazionale) prevede che le scuole propongano al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) dei progetti formativi innovativi. Se i progetti sono reputati validi, vengono finanziati dal Miur stesso.

Quest’anno un progetto Pon è partito dall’Istituto comprensivo di Sorisole, il quale ne ha esteso la partecipazione, nella regione Lombardia, all’Istituto “Turoldo” e all’istituto comprensivo di San Pellegrino Terme. L’obiettivo di questo progetto, che è stato chiamato “Apo-tech”, è portare l’attenzione degli studenti sulle bellezze storiche e artistiche locali. Verranno prese in considerazione alcune opere presenti nel nostro territorio: i dipinti di Lorenzo Lotto; lo stile Liberty, ben riconoscibile nell’architettura di edifici importanti come il Casinò e il Grand Hotel a San Pellegrino; le vie dei Santacroce (pittori originari dell’omonima frazione di San Pellegrino e attivi a Venezia durante il Rinascimento).

Sia la professoressa Rota Nodari che la professoressa Fabrello, insegnante di inglese e responsabile del Pon Apo-tech nel nostro istituto, hanno ritenuto importante promuovere questo progetto con il massimo impegno. Sono convinte infatti che esso permetterà ai ragazzi di sviluppare competenze e conoscenze integrative rispetto al classico apprendimento scolastico, con ricadute importanti anche sui programmi didattici. Verranno infatti proposti agli studenti nuovi strumenti di studio e di lavoro. A questo scopo, verranno coinvolti alcuni esperti di “Impara Digitale”, un ente di formazione nato allo scopo di diffondere pratiche didattiche innovative. Il compito dei formatori esterni sarà illustrare agli studenti del “Turoldo” come utilizzare strumenti digitali per la realizzazione di ‘mappe’ di interesse storico e turistico.

Le attività si svolgeranno in orario extracurricolare (dal 10 al 15 giugno e poi nel mese di Settembre 2019) e prevederanno uscite sul territorio per analizzare i luoghi e le opere studiate. Al termine del percorso verrà inoltre rilasciato un attestato di frequenza, che consentirà agli studenti di ottenere crediti formativi utili per il loro percorso di studi. Il vero valore aggiunto sarà, però, la possibilità di sviluppare competenze spendibili in un futuro professionale nel settore della formazione, del turismo e della valorizzazione del patrimonio artistico-culturale. Per questa ragione, le ore dedicate al progetto saranno parte integrante dell’Alternanza scuola-lavoro prevista per gli studenti del triennio.

Un altro aspetto positivo di questo Pon, come mettono in evidenza le insegnanti, è che permetterà agli studenti del “Turoldo” di avere contatti con altre realtà e di ampliare il loro sguardo. Al di fuori della Lombardia, infatti, hanno aderito all’iniziativa alcuni istituti del Molise e della Sicilia, che a loro volta promuoveranno il patrimonio culturale dei territori di appartenenza. Nel complesso, quindi, le insegnanti presentano una visione positiva del Pon Apo-tech, anche se, trattandosi di un progetto del tutto nuovo, verranno certamente apportati dei miglioramenti in corso d’opera.

Ultime Notizie

X
X
linkcross