Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Istituto Turoldo - Studenti raccontano il 'sollievo dalla sofferenza' attraverso l'arte, ecco i disegni

Alcuni studenti del liceo di Zogno è stato proposto, dal dott. Busi dell’ospedale di San Giovanni, di fornire una loro personale interpretazione sella tematica del 'sollievo dalla sofferenza', con l’utilizzo di un linguaggio artistico-letterario.
20 Aprile 2018

Testo scritto dalla studentessa Chiara Cornelli di 4AU.

Il 25 novembre, presso il Museo della Valle di Zogno, si è svolta la presentazione dell’edizione 2018 dei “Quaderni Brembani ”, annuario del Centro storico culturale Valle Brembana.  Questo volume conta circa una sessantina di contributi, nati dalle collaborazioni dell’Associazione con gli enti locali ma anche con gente comune, al fine di promuovere le iniziative di carattere culturale, storico, artistico e ambientale della Valle. 

Tra  questi contributi, uno  è interamente dedicato al progetto svolto da alcune studentesse dell’istituto “Turoldo” di Zogno nell’ambito della Giornata del Sollievo. La Giornata nazionale del Sollievo è un iniziativa istituita nel 2001, per promuovere la terapia del dolore, o  cure palliative.  È uso comune “considerare naturale il dolore”, come ha detto papa Francesco . L’iniziativa è stata fondata per contrastare questo  fenomeno, in quanto un malato ha il diritto di essere informato della possibilità di sottoporsi (o meno) a cure che gli garantiscano un buon trattamento per ottenere  sollievo dalla sofferenza.

L’informazione è  il  fulcro della Giornata del Sollievo; per questo motivo non si rivolge solo a soggetti malati, ma vuole sensibilizzare tutti.  Per raggiungere anche i più giovani, ad alcuni studenti del liceo di Zogno è stato proposto, dal dott. Busi dell’ospedale di San Giovanni, di fornire una loro personale interpretazione sella tematica del “sollievo dalla sofferenza”, con l’utilizzo di un linguaggio artistico-letterario.

La proposta vuole stimolare la riflessione dei ragazzi, in modo indiretto ma efficace, verso questo tema delicato e allo stesso tempo trascurato. La sofferenza tocca tutti; però, un giovane, in quanto giovane,  ha una visione positiva della vita perché, nonostante alcune difficoltà quotidiane, vede davanti a sé un lungo futuro di ricco di potenzialità e speranze. I ragazzi, alimentati da questa fiducia verso la vita, spesso non hanno alcun interesse verso l’argomento, poiché esso non li tocca in prima persona.

Il progetto, invece, tenta di diffondere la cultura del sollievo, informando e sensibilizzando maggiormente i più giovani su qualcosa di cui si parla poco. Vista l’importanza data all’iniziativa, a fine del lavoro,  in occasione della XV Giornata del Sollievo,  agli studenti brembani  è stato offerto uno spazio presso l’ospedale di  S. Giovanni Bianco dove esporre i propri elaborali e presentarli  al Comitato ospedale senza dolore dell’ASST Papa Giovanni XXXIII.  In seguito, per completare il progetto, i lavori delle studentesse sono stati pubblicati su “Quaderni Brembani 2018” e nell’ambito della presentazione del libro è stata offerta una copia del testo a tutte le partecipanti. 

L'Istituto ha deciso di dedicare un sabato di maggio all'esposizione dei lavori realizzati dalle nuove classi di quest'anno.

In fondo all'articolo trovate la gallery con tutti gli elaborati esposti nel'ospedale di San Giovanni Bianco

Ultime Notizie

X
X
linkcross