Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

L'Europa premia l'allevatore Hans Quarteroni: a Dossena le sue mucche scozzesi mangiano solo erba

L'Associazione Italiana Alimenti Grassfed (AIAG) di Hans Quarteroni - originario di Piazza Brembana - ha vinto insieme ad altri 28 partner europei il bando ''Pathways''.
8 Settembre 2021

Si dice che “il duro lavoro ripaga sempre” e sebbene per alcuni sia di una semplice massima, per Hans Quarteroni, 43 anni di Serina (originario di Piazza Brembana), si tratta del passo fra i più importanti di un percorso iniziato 15 anni fa, quando ha deciso di portare in Valle Brembana le vacche di razza Highland scozzesi, imponenti capi dal manto rossiccio e peloso che ora pascolano – una sessantina quelle allevate da Quarteroni – tranquillamente nei prati di Dossena.

Una sfida, una scommessa che ha portato i suoi sperati frutti: Quarteroni è, infatti, presidente e fondatore dell'Associazione Italiana Alimenti Grassfed (dall'inglese 'alimentati con erba'), in breve AIAG, nel quale sono riunite circa venti aziende di diverse regioni d'Italia dove – appunto – ovini e bovini sono allevati esclusivamente a erba e fieno, abolendo rigorosamente l'uso di cereali (abbondantemente sfruttati, invece, negli allevamenti intensivi).

Tutto ciò gli è valso un grande risultato: Quarteroni e la sua AIAG hanno vinto, insieme all'Università di Pisa UNIPI (che si occuperà del coordinamento italiano) e ad altri 28 partner provenienti da tutta Europa, il bando “Pathways”. Ben 9 milioni gli euro sul piatto di un progetto che ha come obiettivo primario quello della sostenibilità nell'allevamento e nei sistemi alimentari, al fine di ridurre l'impatto ambientale e rispondere alle richieste delle società di carne e latticini sicuri, nutrienti e convenienti.

 

“Il progetto, partito ufficialmente l'1 settembre, ha come capofila l'Università Svedese di Scienze Agrarie, che nei prossimi 5 anni coordinerà le visite dei vari partner europei – spiega Hans Quarteroni –. Questo progetto monitorerà il nostro metodo di allevamento grassfed per dare supporto e sviluppo a questa filiera in Italia. AIAG è promotrice del metodo in Europa e nel mondo, da 6 anni operativa con circa 25 soci e alcuni ristoranti nella filiera, abbiamo partecipato a 3 Saloni del Gusto a Torino e siamo la quarta associazione al mondo con attiva un'alleanza mondiale tra America, Inghilterra e Sud Africa”.

All'interno del progetto Pathways, all'Associazione guidata da Quarteroni è stata affidata la missione “Beef” (manzo in inglese), che avrà come obiettivo quello di sviluppare una nuova metodologia di allevamento per alpeggio, con propria certificazione e lo sviluppo di un'etichetta grassfed. “Al termine di questi cinque anni – ha concluso Quarteroni, intervistato dal Corriere contiamo di avere una certificazione italiana e maggiore promozione. Oggi si parla tanto di grassfed, ma di vero ne esiste poco”.

Ultime Notizie

X
X
linkcross