Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Luci nel buio di novembre: la fiaccolata illumina il Monte Zucco

Un corteo di luci nel buio della sera ha illuminato il Monte Zucco, dove venerdì 1 novembre si è tenuta la fiaccolata organizzata da GESP – Gruppo Escursionisti San Pellegrino.
5 Novembre 2019

Un corteo di luci nel buio della sera ha illuminato il Monte Zucco, dove venerdì 1 novembre si è tenuta la fiaccolata organizzata da GESP – Gruppo Escursionisti San Pellegrino. Una cinquantina di appassionati ed escursionisti esperti, partiti da Piazza San Francesco d'Assisi, ha raggiunto la Croce dello Zucco illuminata a led per l'occasione, per omaggiare il 25esimo anniversario del tracciato detto della 'direttissima' o 'Sentiero Panoramico del Monte Zucco', che parte dalla baita alpina in località Foppette e arriva fino alla Croce, in un percorso di circa 900 metri di dislivello.

La manifestazione ha incontrato la partecipazione positiva di un gran numero di escursionisti, che era stato limitato a 50 persone per motivi organizzativi. Il luminoso corteo si è avviato alle 19 partendo da Piazza San Francesco d'Assisi a San Pellegrino Terme per raggiungere la vetta del Monte Zucco, dove è posata l'imponente Croce, che con i suoi 22 metri è la più alta fra le sue altre 'sorelle' bergamasche, illuminata per l'occasione dal Gruppo GESP: uno spettacolo suggestivo e non comune per chi osserva dal paese.

A seguire, si è tenuta una conviviale cena fra i partecipanti presso il Rifugino del monte Zucco, una vecchia baita alpina da anni rinnovata a rifugio, in località detta 'Foppette'. La serata in omaggio dell'importante anniversario è terminata, infine, con il ritorno degli escursionisti al punto di partenza, percorrendo con una luce frontale il tracciato che scende dalla baita alpina verso la Valle degli Zocchi.

Ultime Notizie

Da Milano a Genova passando per Rimini, i ragazzi dell'Istituto Maria Consolatrice tornano in gita

Dopo due anni di chiusure per la pandemia, finalmente tutti gli alunni dell’Istituto Maria Consolatrice di Cepino hanno avuto la possibilità di fare la propria gita. Nella settimana dal 17 al 20 maggio la scuola ha chiuso (parzialmente) le sue porte alla didattica in classe, per dare spazio alle uscite nel territorio vallare e italiano alle varie sezioni.

X
X
linkcross