Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Natale in lockdown? Sottosegretario alla Salute: ''al cenone solo parenti di primo grado''

Con chi si potrà condividere un posto a tavola al cenone del 2020? A rispondere al quesito sarebbe stato il sottosegretario alla Salute Sandra Zampa: 'dovremo probabilmente prevedere una limitazione non oltre il primo grado di parentela', ha affermato.
12 Novembre 2020

Che il prossimo Natale sarà fra i più inconsueti e complessi mai vissuti, ormai è chiaro. Quel che resta incerto è il nodo dei “congiunti”: con chi si potrà condividere un posto a tavola al cenone del 2020? A rispondere al quesito sarebbe stato il sottosegretario alla Salute Sandra Zampa (Pd), che ospite di Lilli Gruber al programma “Otto e mezzo”, in onda su La7, ha dichiarato:

Non credo che ci possano essere allentamenti delle misure per Natale: dovremo anzi prevedere molto probabilmente una limitazione delle persone riunite a non oltre il primo grado di parentela. Credo che sarà un Natale ben diverso da quello che abbiamo conosciuto”. Sebbene sia ancora presto per determinare l'andamento della seconda ondata della pandemia – tanto che il Dpcm “scade” il 3 dicembre –, lo scenario descritto da Zampa non lascerebbe spazio ad alcuna possibilità di allentamento delle misure in atto nelle tre fasce “colorate” d'Italia.

Abbiamo adottato un modello flessibile – ha proseguito così il sottosegretario – dove ogni Regione ha un colore, ma si possono prendere decisioni affinché le misure mese in campo diventino di carattere nazionale, come ad esempio potrebbe essere quella del coprifuoco. Non mi aspetto alcun allentamento in futuro”. La numero due della Salute ha rimarcato il dover fare lo “sforzo di mantenere quello che abbiamo scelto: mantenere il più possibile il Paese produttivo, lasciando il tempo necessario alle misure di dimostrare la loro efficacia”.

Efficacia che si riflette nei dati, trasmessi giorno dopo giorno dalle Regioni. “Dove avevamo dei problemi, come in Campania – ha concluso Zampa – abbiamo mandato gli ispettori, che lunedì faranno un puntuale report. Sulla base di questi dati, decideremo come agire”.

Ultime Notizie

X
X
linkcross