Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

''No Green Pass, no dittatura'', a Zogno la rabbia no-vax imbratta il centro vaccinale

Un atto vandalico compiuto nella notte fra il 21 ed il 22 settembre, ritrovato questa mattina dalle infermiere incaricate di aprire la struttura per l'attività giornaliera.
22 Settembre 2021

“No Green Pass”, “Criminali, questo è solo l'inizio”, e ancora “Come fate ad accettarlo?”. Non si tratta di anonimi sfoghi social, ma vere e proprie scritte lasciate da ignoti sulla porta d'ingresso della palestra comunale di Zogno, dallo scorso 12 aprile temporaneamente trasformata in un centro vaccinale a disposizione dei cittadini brembani e pronta a tornare al suo utilizzo originario dal 4 ottobre.

Un atto vandalico compiuto nella notte fra il 21 ed il 22 settembre, ritrovato questa mattina dalle infermiere incaricate di aprire la struttura per l'attività giornaliera. A denunciare il fatto proprio un'infermiera, che ha pubblicato sul proprio profilo Facebook le immagini di porta e muri imbrattati dalla vernice spray.

“Centro vaccinale di Zogno. Questa mattina all’apertura del centro le infermiere di turno hanno trovato questo scempio – queste le parole della donna, riportate da PrimaBergamo - Scritte che inneggiano alla non vaccinazione e al green pass, hanno imbrattato la palestra dei loro figli e niente altro: noi andremo avanti nel nostro lavoro fino al 4 ottobre comunque”.

 

Diverse le scritte comparse nottetempo: due sulla porta d'ingresso, una più grande che recita “Criminali, questo è solo l'inizio” e poco più in basso una in giallo “No Green Pass, come fate ad accettarlo”. Lateralmente, sulla parete della palestra, altre due scritte: “Pfizer criminali”, “Green Pass, no dittatura”.

“Rimane l'amarezza di chi in questa missione ci crede fermamente e soprattutto non vuole più tornare a vedere il dolore e la sofferenza dei nostri pazienti, che da marzo 2020 continuiamo a rivedere quando chiudiamo gli occhi – ha concluso l'infermiera – Complimenti a chi ha fatto questo gesto, vi auguriamo di non ammalarvi mai e dover ricorrere alla sanità di cui tanto avete fiducia”.

Ultime Notizie

X
X
linkcross