Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Non c'è violenza sessuale senza contatto fisico: solo atto osceno

Non c'è violenza sessuale senza contatto fisico. Questa la sentenza, emessa dal giudice Alessandra Cecchelli, che sta facendo discutere e letteralmente infiammare l'opinione pubblica.
2 Agosto 2017

Non c'è violenza sessuale senza contatto fisico. È questa la sentenza, emessa dal giudice Alessandra Cecchelli, che sta facendo discutere e letteralmente infiammare l'opinione pubblica.

La sentenza è relativa ad un caso di un giovane marocchino 27enne che, lo scorso novembre, si è masturbato in tram, in pieno giorno, dietro una ragazza seduta vicino al finestrino. E il giovane magrebino non si è fermato qua, ma ha concluso il suo atto di auto erotismo eiaculando sulla gamba sinistra della povera malcapitata. Il gesto è stato ripreso dalla telecamera del tram. 

La ragazza si è accorta di quanto accaduto solo in un secondo momento, quando ormai il ragazzo era già sceso dal mezzo. Questa vicenda (ci scusiamo per la descrizione, ma è necessaria per dovere di cronaca) non è stata interpretata come "violenza sessuale" dal giudice di Torino Alessandra Cecchelli, che ha respinto la richiesta di misura cautelare del PM Andrea Padalino.

Si tratta quindi solo di atto osceno. Il motivo? L'assenza di contatto fisico tra i due corpi. Questa la nota del giudice: "L'avesse toccata per masturbarsi certamente avrebbe avvertito sensazioni ben diverse dal mero calore” e di conseguenza risulta “difficile perciò quantificare il gesto come violenza sessuale e non piuttosto come atto osceno".

LEGGI ANCHE

Sconti autostrada per tutto agosto: ecco a chi sono dedicati

Esodo estate 2017: ecco i giorni da evitare sulle autostrade italiane

Ultime Notizie

X
X
linkcross