Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Nuovi allentamenti: coprifuoco alle 24, servizio bar al banco e centri commerciali nel weekend

A quasi due settimane dall'entrata in vigore del Decreto Legge che ha sancito un importante allentamento delle misure sanitarie, si pensa alla prospettiva dei prossimi mesi.
10 Maggio 2021

A quasi due settimane dall'entrata in vigore del Decreto Legge che ha sancito un importante allentamento delle misure sanitarie, si pensa alla prospettiva dei prossimi mesi: entro mercoledì la Cabina di Regia dovrebbe riunirsi, ma una decisione non arriverà prima del 14 maggio. Se la curva dovesse mantenere un trend in discesa, potrebbero esserci modifiche e riaperture anche anticipate rispetto a quelle dettate dall'ultimo Decreto.

Primo fra tutti il coprifuoco, ora alle 22 ma che potrebbe essere spostato alla mezzanotte (sempre, però, fino alle 5 del mattino). Quando? Il 17 maggio, con la prospettiva di eliminarlo completamente a partire dal 21 giugno, come anticipato dal Corriere della Sera. Novità in vista anche per i bar, a cui – al momento – è permesso soltanto il servizio all'aperto.

Dal 1° giugno (come per i ristoranti) si potrà tornare a sedersi al tavolo anche al chiuso, ma resta vietata la consumazione al bancone che potrebbe però essere modificata con il ritorno all'ingresso libero a partire dal 1° giugno sempre. Ovviamente, nel rispetto delle distanze e con mascherina obbligatoria.

 

796 banner adv trony Maggio 21 - La Voce delle Valli

I centri commerciali, ora chiusi nei fine settimana, festivi e prefestivi, potrebbero riprendere la propria attività full time dal 22 maggio. Mentre per i matrimoni, tema di cui si è parlato recentemente, la data di via libera potrebbe essere quella di 15 giugno o del 1° luglio sempre a fronte di linee guida da seguire.

Altro nodo da sciogliere le piscine al chiuso. Se per quelle all'aperto si ricomincerà il 15 maggio e per le palestre il 1° giugno, per quelle al chiuso ancora tutto tace. L'ostacolo maggiore sembrerebbe essere il divieto di utilizzo delle docce: una norma che potrebbe essere aggirata contingentando gli ingressi negli spogliatoi e sanificando dopo ogni singolo uso. Se si arriverà ad un accordo con il Cts, dal 1° giugno anche le palestre al chiuso potrebbero riaprire.

Infine, dal 15 maggio riapriranno i confini nazionali ai turisti senza obbligo di quarantena di cinque giorni. A patto che, chiunque faccia il proprio ingresso da Paesi UE, Regno Unito o Israele porti con sé un certificato di avvenuta vaccinazione o guarigione dal Covid oppure un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti. Dal 15 giugno la regola verrà estera a tutti i Paesi Europei che avranno raggiunto un certo livello di immunizzazione, che corrisponde – si ipotizza – al 65% dei vaccinati.

(Fonte: fanpage.it)

Photo Credit: Copyright by World Economic Forum. swiss-image.ch/Photo Remy Steinegger via Wikimedia Commons.

Licenza Creative Commons CC BY-SA 2.0

Ultime Notizie

X
X
linkcross