Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Parco della Vetta a S.Pellegrino: ok dalla Soprintendenza. Obiettivo: rendere più attrattiva l'area

Via libera al Parco della Vetta. Dopo lo stop da parte della Soprintendenza uno dei tasselli del progetto di rilancio della località Vetta a San Pellegrino muove i suoi primi passi in direzione del suo compimento.
7 Febbraio 2020

Via libera al Parco della Vetta. Dopo lo stop da parte della Soprintendenza ai beni archeologici e ambientali di Bergamo e Brescia, uno dei tasselli del progetto di rilancio della località Vetta a San Pellegrino muove i suoi primi passi in direzione del suo compimento. La zona si trova proprio alla stazione più alta della funicolare di San Pellegrino, anch'essa in dirittura d'arrivo per quanto riguarda le tempistiche di riapertura. “Abbiamo avuto qualche problema nell'ottenimento del parere favorevole da parte della Soprintendenza” ha affermato Vittorio Milesi, sindaco di San Pellegrino Terme, ai microfoni di Bergamo TV.

Realizzato nell'area verde a lato della scalinata in direzione sentiero per Sussia, il parco della Vetta è un grande spazio verde attrezzato per tutti i visitatori, con percorsi pedonali realizzati con trattamento fotoluminescente superficiale che andrà a sfruttare la luce solare per sostituire i lampioni e maxi scivoli, spazi e un anfiteatro per ospitare gli eventi. Il prossimo step, ora, è l'appaltamento dei lavori. “Dovremo appaltare l'opera di realizzazione del parco – ha spiegato Milesi – è un intervento di 500 mila euro: l'obiettivo è aumentare il grado di attrattiva dell'area della Vetta, consentendoci di conseguenza una gestione più positiva della zona”.

Uno dei focus del progetto è anche il collegamento, a livello di sentieri, della Vetta verso le altre località vicine, attraverso la sistemazione dei collegamenti pedonali naturalistici. “È un progetto che comprende tutta la zona alta del Comune di San Pellegrino Terme – ha spiegato il presidente di Visit Brembo Michele PesentiA partire dal Monte Zucco fino in Sussia, passando per Ronco Mulinasco fino al Monte Sornadello. È un progetto anche di riqualificazione dei percorsi sotto l'aspetto naturalistico. Verranno, infatti, allestiti anche dei cartelli informativi”.

Il Parco della Vetta va a braccetto con l'ex Albergo Vetta – acquistato dal Gruppo Zani di Dossena – e la Funicolare. Per quest'ultima, è quasi tutto pronto: mancano soltanto i collaudi ministeriali e poi si potrà ripartire. La funicolare, rinnovata e sistemata dalla Leitner di Bolzano grazie ad un finanziamento di quasi 5 milioni di euro di Regione Lombardia, ha carrozze e rotaie nuove di zecca che corrono lungo un unico binario, raddoppiando a metà della salita. Impiegherà 210 secondi a raggiungere la località Vetta.

Ultime Notizie

X
X
linkcross