Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

'Parola d’ordine qualità': a San Pellegrino l’incontro dei Frutticoltori Brembani

È in programma venerdì 18 gennaio ore 20.30 presso l’Oratorio di San Pellegrino Terme il primo incontro formativo per soci e simpatizzanti dell’Associazione Frutticoltori ed Agricoltori Valle Brembana.
17 Gennaio 2019

È in programma venerdì 18 gennaio alle ore 20.30 presso l’Oratorio di San Pellegrino Terme il primo incontro formativo per soci e simpatizzanti dell’Associazione Frutticoltori ed Agricoltori Valle Brembana (AFAVB), attiva da oltre vent’anni con circa duecento soci. L’incontro, utile ad aprire il tesseramento 2019, sarà guidato dall’esperto valtellinese Adriano Gadaldi ed approfondirà il tema della nutrizione del melo.

“Saper concimare nei tempi, nei modi e con i prodotti giusti – spiega Olga Locatelli, vicepresidente AFAVB – significa offrire mele di qualità, senza sprecare tempo e denaro in operazioni inutili oppure eseguite in tempi sbagliati. Dobbiamo comprendere quali segnali la pianta ci manda”. Da alcune settimane è in distribuzione anche il programma annuale, che prevede ulteriori appuntamenti venerdì 15 febbraio alle 20.30 a Lenna (rudimenti per l’allestimento di un meleto) ed il 23 febbraio (tecniche di potatura) ad Olmo al Brembo (ore 9.00) ed Azzonica (ore 14).

“La coltivazione di alberi da frutto ed in particolare del melo – sottolineano i frutticoltori in un dettagliato opuscolo-  trova nelle zone montane e collinari gli ambienti più adatti per un buon sviluppo produttivo, ma soprattutto qualitativo. L’AFAVB sta dedicando molte attenzioni a tutti quei fattori tecnici indispensabili per migliorare sempre più la performance produttiva, ma soprattutto quella qualitativa del prodotto sia proprio che di tutti i frutteti ad essa associati. L’Associazione è impegnata quindi ad utilizzare, nei nuovi frutteti, le migliori tecniche di difesa possibile, unendo la sostenibilità ambientale delle coltivazioni, alla migliore qualità e sicurezza possibili. Con le dovute attenzioni, consigliate dall’Associazione insieme ai propri tecnici agronomi, si potrà ridurre di parecchio il ricorso ai prodotti di difesa convenzionali, ed ottenere quindi frutta di altissima qualità, sia in termini organolettici che di sicurezza alimentare. Il termine “qualità” va comunque legato anche al territorio della nostra valle: l’AFAVB infatti dà estrema rilevanza al recupero dei terreni incolti o abbandonati, destinandoli alla produzione di alberi da frutto”.

La quota annuale di tesseramento è di 25 euro. Ogni socio ha diritto ad agevolazioni sulle varie attività svolte dall’associazione (gite, convegni, corsi tecnico informativi, approvvigionamento di piante da frutto). Tutti gli associati vengono informati, tramite messaggio, delle operatività da attuare nei frutteti, degli incontri formativi e dei momenti di aggregazione che l’Associazione organizza durante l’anno.

Per perseguire l’obiettivo della coltivazione biologica in prossimità del Campo Scuola “Arcobaleno delle Mele” di Moio de’ Calvi è stato individuato e attrezzato un secondo terreno dedicato ad un nuovo frutteto di tipo biologico, L’associazione estenderà anche a questa nuova area le varie attività tecnico culturali come lezioni di aggiornamento, corsi di potatura, di dirado e le visite didattiche che ogni anno si svolgono già presso il campo scuola “Arcobaleno delle Mele”.

Per maggiori informazioni è disponibile il sito www.afavb.com oppure i recapiti telefonici 0345.82339 e 345.9576460. La sede AFAVB è aperta a Moio de’ Calvi in piazza IV Novembre ogni giovedì dalle 9 alle 12.

Ultime Notizie

X
X
linkcross