Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Passerella ciclopedonale sul Brembo, il Comune di Almenno San Bartolomeo la inserisce nel PGT

Il Comune di Almenno San Bartolomeo ha previsto il suo inserimento nella variante al PGT (Piano di Governo del Territorio) n.15 appena adottata in consiglio comunale.
5 Ottobre 2018

Lo scorso gennaio (LEGGI QUA) un giovane architetto di Valbrembo, Simone Comi, su commissione dei Comuni di Almenno San Bartolomeo e Paladina, propose il progetto di una passerella ciclopedonale sul fiume Brembo che collegasse la sponda di Almenno San Bartolomeo a quella di Paladina. Una soluzione urbanisticamente interessante, e nondimeno stilisticamente valida, che ora il Comune di Almenno San Bartolomeo ha abbracciato totalmente prevedendo il suo inserimento nella variante al PGT (Piano di Governo del Territorio) n.15 appena adottata in consiglio comunale. 

“Questa decisione assunta dal consiglio comunale di Almenno San Bartolomeo - sottolinea il Sindaco di Almenno San Bartolomeo Gianbattista Brioschi - è molto importante perché fa seguito alla decisione assunta dall’Amministrazione Comunale di Paladina alcuni mesi or sono, laddove era stata inserita sul territorio paladinese la medesima previsione urbanistica della passerella ciclo pedonale”.    

"Dal punto di vista della fruibilità turistica del nostro territorio – aggiunge il Vice Sindaco e Assessore al Turismo Alessandro Frigeni - una passerella ciclo pedonale sul fiume Brembo "a meta' strada" tra i ponti carrabili di Briolo e di Almenno San Salvatore consentirebbe di collegare due tra le aree di maggior pregio paesaggistico e ambientale del territorio bergamasco come il Parco dei Colli di Bergamo e il Parco Storico Comunale del Romanico degli Almenno e di raggiungere a piedi e in bicicletta il Tempio di San Tome' e le altre chiese del romanico dal Monastero di Astino creando in tal modo un itinerario turistico di grande valore storico-culturale".

"Dal punto di vista economico finanziario e' evidente che un'opera di questa rilevanza risulterebbe difficilmente sostenibile mediante i fondi ordinari a disposizione dei singoli comuni - conclude il sindaco Brioschi - ma la natura sovracomunale di questo progetto lo rende interessante in relazione alla possibilità di partecipare a bandi europei, statali e regionali finalizzati al finanziamento a fondo perduto di interventi di questa portata”.

Per quanto riguarda il progetto, nell'idea progettuale di Comi si tratterebbe di "un ponte con un'unica campata in acciaio con pavimentazione in legno, senza piloni portanti fissati nel Brembo, come imposto dallo Ster, bensì posati ad una certa distanza dalle sponde. Dovrebbe essere simile al ponte già realizzato sul fiume Serio a Seriate [...] Un costo indicativo potrebbe essere stimato attorno ai 900 mila euro".

Ultime Notizie

X
X
linkcross