Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Progetto 'Agenti Pulenti', i bimbi di San Pellegrino imparano il rispetto per i monumenti

A scuola di civiltà con il progetto 'Agenti Pulenti' organizzato da Lions Club Valle Brembana e dalla restauratrice Valeria Galizzi, che ha spiegato ai bambini delle scuole di San Pellegrino il rispetto per i beni comuni.
5 Giugno 2019

Insegnare ai bambini il rispetto per i monumenti storici ed il mondo che li circonda, sensibilizzandoli nei confronti dei beni comuni attraverso la consapevolezza del ruolo e del significato dei monumenti presenti nella propria città: è questo l'insegnamento alla base del progetto “Agenti Pulenti”, organizzato da Lions Club Valle Brembana con il patrocinato del Comune di San Pellegrino Terme. I protagonisti sono stati i bambini delle classi quarte A e B della scuola elementare del centro brembano che, insieme alla restauratrice Valeria Galizzi di San Pellegrino, hanno imparato i fondamenti di educazione civica, oltre che il lavoro del restauratore.

Le lezioni, da circa due ore e mezza ciascuna, si sono tenute gli ultimi tre venerdì di maggio: per quelle teoriche, quindi, venerdì 17 e 24 maggio, mentre per quella pratica lo scorso 31 maggio. “L'iniziativa si divide in una parte teoria e in una pratica – spiega Valeria Galizzi, laureata nel 2016 in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali con laurea magistrale a ciclo unico a Venaria Reale, Università degli Studi di Torino – Quella teorica serve per spiegare ai bambini, attraverso l'utilizzo di immagini e coinvolgendoli con domande, cosa sono i beni culturali e nello specifico cosa sono i monumenti e come mai si degradano, illustrando sia il normale deterioramento che quello causato dall'uomo con atti di vandalismo”.

È stato poi il turno della parte pratica, in cui i 46 bambini di entrambe le classi sono stati invitati a colorare e disegnare con gessetti, pennarelli e rovinare con gomme da masticare, argilla e olio delle piccole piastrelle in granito. Durante la lezione, che è durata dalle 9 alle 12, Valeria ha spiegato loro i principi fondamentali del lavoro da restauratore, facendo utilizzare ai piccoli degli strumenti del mestiere, prima con le spugne Wishab (oggetti con un lato spugnoso e uno simile alle classiche gomme da cancellare) utilizzate in restauro per puliture meccaniche a secco, poi con tamponcini bagnati in acqua, spazzolini e spugne - sempre utilizzando l'acqua - per cercare di rimuovere dalla mattonella i segni di quanto avevano scritto e rovinato.

Attraverso questi metodi, i bambini sono riusciti a rimuovere solo parzialmente gesso e argilla grazie alle spugne Wishab, mentre il resto con i metodi ad acqua, tranne olio e pennarelli impossibili da rimuovere. L'obiettivo è stato, quindi, far provare 'con mano' quanto sia difficile rimuovere certi danni, provocati accidentalmente oppure intenzionalmente. Presenti durante la giornata anche il sindaco Vittorio Milesi, il segretario ed il presidente Lions Club Valle Brembana Luisa Bolis e Giorgio della Chiesa, Emilio Mello del Lions Club Novara e Carmen Beretta, il dirigente scolastico.

L'iniziativa “Agenti Pulenti” non è nuova: si tratta infatti di un service già attuato nel distretto di Novara Ticino di Lions Club, ma a portarla in Valle Brembana ci ha pensato Valeria Galizzi grazie alla collaborazione di Lions Club Valle Brembana e del dirigente scolastico Carmen Beretta, che ha permesso l'organizzazione del progetto nella scuola di San Pellegrino. “Insegnare educazione civica ai bambini era un'idea a cui pensavo già da qualche tempo – spiega Valeria Galizzi – ho scoperto, successivamente, che un progetto del genere esisteva già: è così che sono entrata in contatto con Lions Club e ho deciso di organizzare il tutto anche in Valle Brembana, grazie all'aiuto prezioso del dirigente scolastico, del Comune di San Pellegrino, che ha patrocinato il progetto, e di Lions Club”.

Un primo passo, questo, in una direzione che vede nel suo futuro anche uno sviluppo ed una possibile riproposta ai bambini delle scuole. “Questo è il primo esperimento – conclude – l'idea è, se il progetto funziona, di riproporlo anche in altre scuole il prossimo anno, magari sfruttando meglio il tempo a disposizione”.

(Foto by Silvio Giarda e Pesoregista)

Ultime Notizie

Taragna per tutti i gusti a Roncola, il 2 luglio torna la Taragnafest

Dopo due anni di pausa a causa della Pandemia, torna una delle feste più attese della Valle Imagna: la Taragnafest. Primi piatti, grigliate alla brace, brasati, funghi porcini e ovviamente la taragna, regina indiscussa della festa, sono gli ingredienti fondamentali per una sagra che nei primi due weekend di luglio attirerà avventori da ogni parte della provincia.

X
X
linkcross