Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Restyling stabilimento Sanpellegrino, il Comune di Zogno mette in vendita l'area demaniale

7.600 metri quadrati di superficie demaniale messa all'asta (a 415 mila euro) dal Comune di Zogno tramite un bando il cui esisto sarà piuttosto scontato: si tratta infatti di una soluzione per consentire alla Sanpellegrino di ampliare il suo stabilimento
25 Gennaio 2018

7.600 metri quadrati di superficie demaniale messa all'asta (a 415 mila euro) dal Comune di Zogno tramite un bando il cui esisto sarà piuttosto scontato: si tratta infatti di una soluzione per consentire alla Sanpellegrino di ampliare il suo stabilimento, parte di un progetto più complesso e articolato che durerà 4 anni e porterà alla realizzazione della Flagship Factory, la nuova casa dell’acqua minerale S.Pellegrino. L'area oggetto del bando era, un tempo, il sedime ferroviario. L'asta sarà chiusa a fine gennaio.

Ricordiamo che queta prima tranche dei lavori, che partirà a maggio 2018, durerà un anno e porterà alla costruzione di un’area di sosta per i mezzi di trasporto, in località Alderò, e del relativo ponte di collegamento con la statale (ex SS470). Questi interventi, concepiti nel massimo rispetto dell’impatto paesaggistico e ambientale, sono stati studiati dal team dall’architetto Bjarke Ingels per ridurre sensibilmente il traffico di mezzi di trasporto che attraversa il Comune di Sanpellegrino Terme. 

Dopo il via libera alla vendita dell'area da parte del Consiglio comunale, la minoranza aveva espresso alcuni dubbi circa la possibile perdita di un tracciato di tranvia che potrebbe venire realizzata in futuro e anche per il prezzo base, ritenuto troppo basso. Dal canto suo la maggioranza ha fatto sapere che il vincolo per la tranvia resterà valido e che sarà compito della Sanpellegrino trovare un modo per far passare il tram. Inoltre - ha spiegato la maggioranza - il prezzo della base d'asta è stato calcolato sulla base di perizie tecniche. 

Nelle intenzioni iniziali del sindaco Giuliano Ghisalberti c'era l'idea di vendere l'area demaniale in maniera diretta entro il 2017, ma non riuscendoci si è deciso di indire un'asta che terminerà alla fine di gennaio

Ultime Notizie

X
X
linkcross