Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Revoca dei fondi BIM per Foppolo: i 750 mila euro redistribuiti in nove paesi

Revoca e ridistribuzione dei Fondi Bim 2016-2020 destinati a Foppolo: è questo il verdetto ottenuto durante l'ultima Assemblea della Comunità Montana Valle Brembana.
3 Maggio 2019

Revoca e ridistribuzione dei Fondi Bim 2016-2020 destinati a Foppolo: è questo il verdetto ottenuto durante l'ultima Assemblea della Comunità Montana Valle Brembana. I 750 mila euro erano in origine assegnati a Foppolo, per lavori alla cabinovia Ronchi – Montebello nel 2016. La decisione di ridistribuire i finanziamenti, in seguito alla proposta del sindaco di Cassiglio Fabio Bordogna, è giunta all'unanimità fra maggioranza e minoranza, individuando nove comuni che ne beneficeranno.

“I lavori preventivati e per cui si era deciso di assegnare tutti i fondi a Foppolo – ha spiegato Ambrogio Quarteroni, presidente dell'Assemblea – non sono ad oggi possibili, quindi abbiamo deciso di revocare tali contributi e di ridistribuirli, mantenendoli però nel settore neve”. A Piazzatorre andranno 165 mila euro, destinati alla realizzazione di un bacino per la neve artificiale per la Gremei 2, mentre ai tre comuni di Brembo Ski – Foppolo, Carona e Valleve – saranno distribuiti complessivamente 300 mila euro: 130 mila a Foppolo per manutenzione, 95 mila – di cui 45 mila ridestinati per la manutenzione straordinaria delle seggiovie di Foppolo – a Carona per la pista di pattinaggio e la pista di rientro e 75 mila per gli impianti di Valleve, dei quali 55 mila ancora da riassegnare alle seggiovie di Foppolo.

È quindi il turno di Valtorta, che riceverà 110 mila euro per un nuovo invaso per l'innevamento, a Oltre il Colle e Serina 70 mila euro ciascuno per ristrutturazioni e l'acquisto di due cannoni sparaneve. Roncobello beneficerà di 45 mila euro per il battipista, mentre 30 mila andranno a Cusio per la realizzazione di un tappetino di risalita e l'acquisto di un cannone sparaneve, così come a Lenna a cui saranno assegnati altri 30 mila euro. “I fondi Bim – ha spiegato Alberto Mazzoleni, presidente Comunità Montana – fermi da tre anni, dovevano essere impiegati in breve e, visto che i lavori devono essere fatti nel periodo estivo, non riuscire ad assegnarli ora voleva dire perdere un altro anno. Gli interventi dovranno essere conclusi entro il 31 dicembre 2019”.

Come scrive L'Eco di Bergamo, una revoca accolta da tutti, ma la ridistribuzione dei fondi ha generato il malcontento in alcuni esponenti. Il sindaco di Zogno, Giuliano Ghisalberti, si è detto favorevole alla redistribuzione dei fondi, mentre il vicesindaco di Cusio Ezio Remuzzi non condivide l'idea. A puntare il dito però è stato Carmelo Goglio, sindaco di Olmo al Brembo, che ha dichiarato “Non riteniamo corretto a livello amministrativo prendere una decisione simile ora, a poco dalle elezioni sia comunali che di Assemblea della Comunità Montana stessa: in questo modo, si vincola in maniera pesante i prossimi futuri amministratori”. Alla sua posizione, ha risposto Fabio Bordogna, spiegando che “Si era deciso di impegnare i fondi entro il 2020, quindi abbiamo optato per questa soluzione. I 750 mila euro sono stati divisi e assegnati per aiutare progetti che, in totale, costeranno 1 milione e 340 mila euro”.




(Fonte immagine in evidenza: Brembo Super Ski Facebook)

Ultime Notizie

X
X
linkcross