Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

In montagna con i consigli di Davide Milesi: "Preparatevi bene prima di un'escursione, occhio all'abbigliamento"

Davide Milesi, vicepresidente della sezione CAI di Piazza Brembana, grande atleta amante della montagna sia d’estate che d’inverno; è stato vincitore della maratona ai giochi del Mediterraneo del 1994, titolo italiano del 1992 di corsa in montagna e combinata, nel 1995 terzo nella coppa del mondo di maratona e convocato alle olimpiadi di Atlanta 1996.
29 Giugno 2022

Buongiorno a tutti amici lettori! Per molti di voi saranno cominciate le vacanze con la voglia di fare una gita fuori porta nel weekend e quale migliore risorsa del nostro territorio, se non la montagna!

La Val Brembana e la Valle Imagna hanno a portata di mano le Orobie, con diverse possibilità di escursione sia a piedi sia in bici. Per questo motivo ho posto alcune domande ad un grande atleta della Valle Brembana: Davide Milesi, vicepresidente della sezione CAI di Piazza Brembana (http://www.caialtavallebrembana.it), grande atleta amante della montagna sia d’estate che d’inverno; è stato vincitore della maratona ai giochi del Mediterraneo del 1994, titolo italiano del 1992 di corsa in montagna e combinata, nel 1995 terzo nella coppa del mondo di maratona e convocato alle olimpiadi di Atlanta 1996

“Salve a tutti, io sono Davide e oggi sono qui per parlarvi della montagna, del CAI e di quello che bisogna sapere prima di cominciare una camminata”. Infatti è meglio conoscere bene l’itinerario che si vuole percorrere, con tutte le sue difficoltà ed eventuali pericoli (nevai, ghiaioni…). “È sempre meglio, anche se al giorno d’oggi abbiamo a disposizione dispositivi e app che ci possono localizzare con precisione, comprare o stampare una cartina dettagliata del percorso che si intende intraprendere scaricandola gratuitamente da Internet, perché il segnale in montagna può essere molto debole o assente. Queste sono semplici accortezze che consiglio di non dimenticare, per vivere al meglio la propria passeggiata”.

b93fb0c0 6fd4 419f a106 42be6bee0a94 - La Voce delle Valli

Esplorare le montagne in sicurezza è possibile grazie al CAI, di cui racconta Davide: “Sono entrato in questa associazione grazie ad un mio caro amico: Enzo Ronzoni, che quando ho smesso di fare attività professionistica mi ha detto che dovevo dedicarmi un po’ alle montagne della mia zona, quindi ho deciso di unirmi alla sezione CAI di Piazza Brembana e alla prima votazione per formare il consiglio avevo ricevuto più voti di tutti e avrei dovuto essere il presidente, ma non avevo né l’esperienza né le capacità per ricoprire questo incarico, quindi lo lasciai ad Enzo”.

Ma che cos’è il CAI? È un’associazione dove i volontari aiutano a mantenere i sentieri in ordine, tracciarli sulle cartine, numerare i percorsi stabilendone il grado di difficoltà e tanto altro ancora, tutto per permettere a tutti noi una piacevole esperienza sulle nostre montagne. Per cominciare una camminata, breve o lunga, facile o impegnativa, bisogna sempre avere cura di preparare adeguatamente il proprio abbigliamento con calzature adeguate e anche lo zaino, con tutto l’occorrente che potrà servirci durante la passeggiata: “Consiglio prima di tutto di portare sempre un impermeabile o una giacca antivento, perché in montagna, si sa, il tempo può variare spesso e anche velocemente, in quota, anche d’estate, lo sbalzo di temperatura può essere forte. Poi servirebbero: un frontalino se la camminata dovesse farsi lunga e un accendino in caso di fuoco in qualche rifugio di emergenza. Non deve mai mancare poi assolutamente l’acqua, perché bisogna berne in quantità per riequilibrare i liquidi espulsi con il sudore, anche se non si ha sete a piccoli sorsi”.

Anche un paio di bastoncini aiuta nella salita e nella discesa e non solo… “Una volta - racconta Davide – mi è successo un incidente in montagna e ho dovuto usare un bastoncino per steccarmi una gamba!”. Concludendo, spero che questi utili consigli vi siano stati d’aiuto e auguro a tutti voi di trascorrere delle ottime giornate in montagna, anche sfruttando tutte le iniziative delle sezioni e sottosezioni CAI più vicine a voi!

c4e1f2d2 075c 4e11 967f efa957c0245d - La Voce delle Valli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenti:
  1. Consigli molto utili per non trovarsi, in certe situazioni che sembrano facili, in difficoltà, consigli di Davide che della montagna ha una grande lunga esperienza.

Ultime Notizie

Il Ponte del Gandino, un vecchio tesoro valdimagnino tra luci e ombre

Questa è la prima puntata della rubrica "Vi racconto una fotografia" curata da Filippo Manini, musicista valdimagnino, direttore del Coro CAI Valle Imagna, compositore, educatore, amante della sua terra e da qualche anno appassionato di fotografia. Buona visione e lettura!

X
X
linkcross