Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Frittelle di Mais e Branzi, un gustoso piatto fra tradizione ed innovazione

Il pluripremiato Branzi Monaci è un formaggio dal sapore versatile, spesso impiegato nella tradizione culinaria locale ma che al contempo si presta anche a ricette curiose ed innovative.
19 Maggio 2021

La Valle Brembana e la Valle Imagna possono vantare paesaggi meravigliosi e borghi medioevali sospesi nel tempo, ma non solo. La loro cultura enogastronomica, infatti, affonda le proprie radici secoli fa e ancora oggi rappresenta un importante patrimonio da preservare e valorizzare al meglio. Questo è l'obiettivo della nuova rubrica mensile “Sapori in Valle”: un viaggio nella qualità delle produzioni vallari, nate sul territorio e trasformate in gustosi piatti d'eccellenza.

Il primo protagonista è il pluripremiato Branzi Monaci, uno fra i formaggi più antichi dell'arte casearia bergamasca, l'originale ottenuto da latte crudo intero proveniente principalmente dai territori di Valle Brembana, Imagna e Seriana. Un sapore versatile che viene spesso impiegato nella tradizione culinaria locale, ma che al contempo si presta anche a ricette curiose ed innovative come le Frittelle di Mais e Branzi, un'alternativa pratica e veloce ma assolutamente gustosa ideata da Fabrizio Camer, presidente dell'Associazione Cuochi Bergamaschi.

Gli ingredienti sono facili da reperire anche nella dispensa di casa. Ecco cosa occorre per quattro persone:

• 150 gr. di farina di mais precotta
• 150 gr. di farina bianca
• 350 gr. di birra
• 200 gr. di Branzi Monaci
• 100 gr. di insalata
• 20 spicchietti di pomodoro
• 50 gr. di lamponi schiacciati
• 25 gr. di olio EVO
• Sale q.b

Preparazione

Le frittelle di mais e branzi sono un piatto alla portata di tutti, perciò non è necessario essere dei guru in cucina per prepararle. Dopo aver unito ed amalgamato con cura la farina bianca con la farina di mais, bisogna aggiungere un pizzico di sale e la birra, mescolando accuratamente gli ingredienti. Il risultato dovrà essere un composto liscio e vellutato, senza grumi. Se l'impasto dovesse risultare duro da mescolare, basterà aggiungere qualche goccia di birra, quanto basta per ammorbidirlo.

Tagliare il formaggio Branzi a cubetti di circa un centimetro e passarli nella pastella appena preparata facendo particolare attenzione a coprire completamente la base del formaggio: ciò ne eviterà la rottura durante la cottura. In una casseruola mettere l'olio EVO a friggere (attenzione a non scottarsi) ed immergere i bocconcini di Branzi uno ad uno lasciandoli a cuocere finché non raggiungeranno un'ottimale doratura. A quel punto rimuoverli dalla padella e riporli in una pirofila rivestita di carta paglia.

Impiattamento

Anche l'occhio vuole la sua parte: per questo motivo anche un impiattamento studiato è in grado di migliorare la qualità delle ricette presentate. Al centro di un piatto disporre l'insalata, i filetti di pomodoro (crudi oppure fritti) ed infine le protagoniste, le frittelle di formaggio Branzi condite con succo di lamponi preparato in precedenza. Ecco pronto un piatto semplice e veloce, a metà fra la tradizione bergamasca e l'innovazione culinaria.

CONTENUTO SPONSORIZZATO

Ultime Notizie

X
X
linkcross