Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

S.Omobono, il vicesindaco ragioniere (gratis) per un anno e mezzo: il Comune risparmia 20 mila euro

Nel settembre 2019 il ragioniere responsabile del Servizio Finanziario va in pensione. Così a Sant'Omobono il vicesindaco e assessore Demis Todeschini ricopre l'incarico per un anno e mezzo, facendo risparmiare al Comune ventimila euro.
6 Maggio 2021

Ventimila euro risparmiati grazie alla dedizione del vicesindaco e assessore. Accade a Sant'Omobono Terme dove – nel settembre del 2019 – per il ragioniere responsabile del Servizio Finanziario Comunale era ormai giunta l'ora della pensione, lasciando vacante un ruolo spesso difficile da colmare specialmente nelle piccole realtà.

E così Demis Todeschini, Assessore al Bilancio, Tributi e Patrimonio nonché vicesindaco del Comune valdimagnino, ha deciso di mettersi in gioco ricoprendo l'incarico fino al 1° maggio 2021, lasciando così alla nuova dipendente il tempo necessario di accedere al concorso e imparare il mestiere.

Ho deciso di accettare questo ruolo perché, grazie al mio lavoro, conosco già il settore – spiega Todeschini, che nella vita fa l'ETF sales specialist per il colosso americano Franklin Templeton – Purtroppo questo dimostra anche come, nei piccoli Comuni come Sant'Omobono Terme, sia spesso difficile riuscire a reperire risorse del personale. Specialmente per incarichi più complessi, come può essere il responsabile del Servizio Finanziario”.

 

Fra ufficio, documenti, regolarità tecniche e contabilità, Todeschini si è diviso fra impegno amministrativo e impegno tecnico a titolo esclusivamente gratuito: una scelta che ha permesso al Comune di risparmiare ben 20.000 euro nell'arco di un anno e mezzo.

Quando ci siamo insediati, purtroppo il ragioniere responsabile al Servizio Finanziario ha lasciato l'incarico per aver raggiunto il limite di età – spiega Ivo Sauro Manzoni, sindaco di Sant'Omobono Terme – C'era un'altra figura disponibile, ma abbiamo dovuto attendere il concorso che le permettesse di aumentare la categoria. Nel frattempo lei ha fatto esperienza e il nostro vicesindaco Demis ha accettato di assumersi per un anno e mezzo questa responsabilità, che ha svolto egregiamente, in maniera impeccabile e sempre in presenza, nonostante la situazione sanitaria”.

Purtroppo in Comuni come il nostro è difficile sostituire i dipendenti pubblici, perché la posizione rischia di rimanere scoperta a lungo – conclude il primo cittadino – Grazie al lavoro di Todeschini, che ci ha dato a titolo gratuito una grossa mano in un momento in cui ci trovavamo veramente in difficoltà, abbiamo potuto inoltre anche risparmiare una bella somma di denaro”.

Articoli Correlati

Campagna anti Covid: linee potenziate a S.Omobono e S.Giovanni, nuovo hub a Zogno

Nel centro vaccinale allestito nel foyer dell’Auditorium “Lucio Parenzan” salgono a oltre 1700 le somministrazioni giornaliere grazie a una accelerazione organizzativa. Potenziate anche le linee vaccinali a San Giovanni Bianco e S. Omobono. Al vaglio l’attivazione di ulteriori linee anche a Zogno. L’Asst Papa Giovanni XXIII pronta ad erogare dal 2 dicembre il 25 per cento dei vaccini somministrati su tutto il territorio bergamasco.

X
X
linkcross