Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

S.Pellegrino piange Gianluigi Scanzi, ex primo cittadino del paese. Aveva 66 anni

Dolore a San Pellegrino Terme. Si è spento nella giornata di ieri, domenica 20 dicembre, l'ex sindaco Gianluigi Scanzi a soli 66 anni.
21 Dicembre 2020

Dolore a San Pellegrino Terme. Si è spento nella giornata di ieri, domenica 20 dicembre, l'ex sindaco Gianluigi Scanzi a soli 66 anni. Aveva guidato il paese nel 2006 per cinque anni di mandato. Da tempo lottava contro una brutta malattia, affronta con coraggio e positività, come conferma chi lo ha conosciuto.

Nato l'11 luglio 1954, è stato ex dipendente della Sanpellegrino. Il suo impegno politico per il paese brembano è durato oltre trent'anni: consigliere di minoranza prima, è stato poi confermato assessore ai Servizi Sociali e allo Sport. Nel 2006 è stato eletto primo cittadino e, passati i cinque anni di mandato, è stato vicesindaco fino al 2016, sotto l'Amministrazione di Vittorio Milesi – attuale sindaco di San Pellegrino, che lo ha ricordato con affetto.

Per noi tutti è stato un esempio, un punto di riferimento – ha ricordato Milesi, intervistato da Bergamonews –. Fino a pochi giorni fa, mi chiedeva sempre degli impegni e dei problemi del comune. È stato un esempio in particolare per la sua sensibilità in campo sociale: per anni si è speso, ad esempio, nel servizio di trasporto degli studenti, ma anche nel visitare i carcerati. Era sempre disponibile per le esigenze, un uomo buono e generoso, ma nello stesso tempo coerente e intransigente in ciò che credeva”.

La sua grande passione, impegno e voglia di fare lo hanno reso meritevole, nel 2019, del riconoscimento di cittadino benemerito del suo Comune. “Sono stato eletto sindaco per la prima volta nel 2009 – ha ricordato Giuliano Ghisalberti, ora vicesindaco di Zogno –. Ho potuto collaborare con Scanzi per un paio d’anni, nei quali abbiamo anche inaugurato insieme l’attuale ponte della Sanpellegrino. Mi aveva subito colpito il suo modo solare e trasparente, la passione con la quale affrontava i problemi del proprio paese”.

Gianluigi Scanzi lascia la moglie Federica e i figli adottivi, Claudia e Alessandro. Proclamato il lutto cittadino, domenica 20 dicembre è stata allestita la camera ardente presso il Municipio. Da oggi, lunedì 21 dicembre, la salma sarà trasportata nella piccola chiesa accanto alla Parrocchiale di San Pellegrino. I funerali verranno celebrati martedì 22 dicembre, alle ore 15.

Ultime Notizie

X
X
linkcross