Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

S.Omobono, arrivano buoni spesa fino a 400 euro per le famiglie in difficoltà economica

Sostenere i cittadini in difficoltà a causa degli effetti economici derivanti dall'emergenza sanitaria ancora in corso: questo è l'obiettivo del nuovo progetto lanciato dal Comune di Sant'Omobono Terme.
17 Novembre 2020

Sostenere i cittadini in difficoltà a causa degli effetti economici derivanti dall'emergenza sanitaria ancora in corso: questo è l'obiettivo del nuovo progetto lanciato dal Comune di Sant'Omobono Terme dal titolo “Un piccolo aiuto per la tua spesa”, che prevede la distribuzione di buoni spesa finalizzati alla riduzione del costo sostenuto dalle famiglie in difficoltà economica per l'acquisto di generi alimentari, spendibili all'interno di un esercizio commerciale tra quelli indicati dal Comune. Con questo progetto, l'Amministrazione vuole infatti fornire un aiuto anche alle attività commerciali del proprio territorio.

Con questo progetto – spiega Catia Locatelli, assessore ai Servizi Sociali – si vuole arrivare nelle case di chi con fatica sta affrontando questo periodo, aiutare le famiglie più bisognose ad affrontare la spesa quotidiana a ridosso delle prossime feste Natalizie. Un gesto essenziale che vuole essere il segno di vicinanza che questa amministrazione ha per i suoi cittadini, con la auspicio di iniziare con più serenità il prossimo anno”.

La misura urgente di solidarietà alimentare è rivolta ai residenti nel Comune di Sant'Omobono che, alla data di presentazione della domanda, si trovano in condizione di difficoltà economica. Vi potranno accedere coloro che non siano già percettori di Reddito di Cittadinanza e che abbiano una dichiarazione ISEE ordinario o corrente in corso di validità che sia inferiore o pari a 12mila euro.

L'importo dei buoni spesa è diversificato a seconda dell'ampiezza del nucleo familiare che ne fa richiesta e del valore ISEE, secondo i seguenti criteri:

  • Per ISEE da zero a 4.000 euro | 100 euro per ciascun componente del nucleo = beneficio massimo erogabile pari a 400 euro;
  • Per ISEE da 4.000,01 a 8.000 euro | 80 euro per ciascun componente del nucleo = beneficio massimo erogabile pari a 320 euro;
  • Per ISEE da 8.000,01 a 12.000 euro | 60 euro per ciascun componente del nucleo = beneficio massimo erogabile pari a 240 euro.

Presentazione della domanda – Chi è in possesso dei requisiti, potrà presentare domanda all'ufficio dei Servizi Sociali del Comune fino al 18 dicembre 2020 entro le ore 12. Due sono le modalità: la prima compilando e sottoscrivendo l'apposito modulo, scaricabile dal sito istituzionale del Comune, e inviandolo per mail all'indirizzo info@comune.santomobonoterme.bg.it con allegato copia ISEE e documento di identità; per chi non ha la possibilità di inviare il modulo per via telematica, potrà ritirare il modulo cartaceo presso l'ingresso laterale del Comune, vicino all'erogatore dei sacchi della raccolta urbana. Il modulo, debitamente compilato, sottoscritto e completo di documentazione, dovrà essere inserito nella cassetta postale collocata sempre all'entrata laterale del Municipio.

I soldi che abbiamo ricevuto per l'emergenza Covid li abbiamo interamente impegnati per i nostri cittadini. I buoni da 50 euro per i ragazzi, l'aiuto per la spesa quotidiana, il contributo ai commercianti che hanno dovuto chiudere durante la pandemia vedendo annullati i guadagni, piuttosto che un contributo per le spese di sanificazione sono solo alcuni esempi di come abbiamo destinato quei fondi. Non è tutto, abbiamo in cantiere anche una ulteriore iniziativa per i ragazzi che frequentano le scuole, che uscirà a breve – conclude il sindaco, Ivo Sauro Manzoni Insomma siamo perfettamente consapevoli delle difficoltà soprattutto economiche che in questi tempi ognuno di noi è costretto ad affrontare e per questo abbiamo cercato di favorire tutte le fasce della nostra comunità”.

Articoli Correlati

Campagna anti Covid: linee potenziate a S.Omobono e S.Giovanni, nuovo hub a Zogno

Nel centro vaccinale allestito nel foyer dell’Auditorium “Lucio Parenzan” salgono a oltre 1700 le somministrazioni giornaliere grazie a una accelerazione organizzativa. Potenziate anche le linee vaccinali a San Giovanni Bianco e S. Omobono. Al vaglio l’attivazione di ulteriori linee anche a Zogno. L’Asst Papa Giovanni XXIII pronta ad erogare dal 2 dicembre il 25 per cento dei vaccini somministrati su tutto il territorio bergamasco.

X
X
linkcross