Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

S.Omobono 'green': casette ecologiche per raccogliere la spazzatura di turisti e villeggianti

Saranno cinque le Casette Ecologiche, una per frazione, in fase di costruzione e presto attive sul territorio di Sant'Omobono Terme. I primi a poterne usufruire, però, saranno soltanto i non residenti: per i prossimi anni si pensa al resto dei cittadini.
9 Febbraio 2021

Saranno cinque le casette ecologiche, una per frazione, in fase di costruzione e presto attive sul territorio di Sant'Omobono Terme. Il progetto, promosso dal sindaco Ivo Sauro Manzoni e portato avanti nella sua programmazione dal Consigliere delegato all'Ambiente Guglielmo Piraino, si presenta come una “rivoluzione green” dai molteplici obiettivi: favorire, in primis, la raccolta differenziata di residenti e non del paese, e al tempo stesso incentivare un'immagine pulita e di decoro urbano dell'intero territorio.

Da pochi giorni è iniziata la costruzione delle casette, che verranno completate indicativamente a fine mese. I primi a poterne usufruire, però, saranno soltanto i non residenti, capofila di un progetto che potrebbe essere esteso al resto della cittadinanza nei prossimi anni, andando progressivamente a sostituire il sistema “porta a porta” eseguito, al momento, da parte degli operatori di una ditta specializzata.

Si è deciso di partire da chi non ha residenza in paese proprio per via di una grande difficoltà riscontrata nel corso del tempo – afferma il Consigliere Guglielmo PirainoNel periodo estivo, infatti, la raccolta avviene per cinque volte a settimana, mentre per alcune tipologie di rifiuto, come vetro e plastica, avviene ogni due settimane. Può capitare quindi che seconde case o turisti, non essendo presenti tutti i giorni della settimana, possano essere impossibilitati ad esporre la tipologia di rifiuto nel giorno corretto di raccolta, col rischio che, soprattutto nei periodi più caldi, insorgano problematiche di carattere igenico-sanitarie nonché di decoro urbano se i rifiuti, come talvolta accade, restano sulla strada diversi giorni prima che vengano raccolti”.

Le nuove Casette Ecologiche saranno aperte 365 giorni l'anno, 24 ore su 24. Ma il fiore all'occhiello del progetto è definito dalla loro eccellenza tecnologica: ognuna prevede infatti una struttura in legno, per inserirsi perfettamente nell'ambiente, un sistema di videosorveglianza e apertura attraverso tessera sanitaria (abilitata a tutto il nucleo famigliare) o QR Code (che deve essere invece abilitato dal Comune), illuminazione crepuscolare e interna attivata da appositi sensori, finestra per la luce naturale, aperture protette con lamiera forata per un corretto riciclo dell'aria, uscita con apposito pulsante (e maniglione antipanico) e cassonetti a pedale per la raccolta ecologica, opportunamente differenziati da un sistema a colori. In più, all'interno vi è un lettore dati che invia automaticamente al Comune uno storico degli accessi, in modo da monitorare il proseguimento dell'iniziativa.

Si avrà anche un grosso risparmio in termini economici, dal momento che la ditta incaricata alla raccolta, al posto di fare decine di soste, si limiterà a farne poche e mirate alle Casette. Generando perciò un'economia per quanto riguarda il costo, a pari quantità di rifiuti – afferma il Consigliere – Lo sguardo è orientato al futuro: oltre all'economizzare i costi, le Casette ecologiche aiuteranno a raggiungere l'obiettivo di rendere Sant'Omobono Terme all'avanguardia nella raccolta differenziata, ma anche e soprattutto ad avere un territorio più ecologico”.

Il progetto, che ha visto un investimento di quasi 100mila euro, prevede cinque Casette Ecologiche di 6 x 5 metri, una per frazione – quindi Selino Basso, Selino Alto, Cepino, Mazzoleni e Valsecca. “Per la partenza di questo progetto abbiamo scelto di includere soltanto le seconde case perché, per chi ci raggiunge soltanto il fine settimana, la raccolta porta a porta può diventare un problema non indifferente – afferma Ivo Sauro Manzoni, sindaco di Sant'Omobono – Vorremmo, poi, iniziare gradualmente con zone più periferiche. Fra gli obiettivi c'è la volontà di donare un'immagine pulita al nostro paese e al tempo stesso contenere i costi che l'attuale sistema di raccolta comporta. Le Casette si prospettano uno strumento molto ecologico, sicuro ed igienico, oltre che estremamente tecnologico. In tempi futuri auspichiamo di ampliare il servizio a tutto il territorio”.

Articoli Correlati

X
X
linkcross