Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

S.Omobono, opere pubbliche per oltre 1 milione: a Ponte Pietra si allarga il ponte

Il Comune di Sant'Omobono Terme ha approvato il bilancio preventivo 2020: 4 milioni e 200 mila euro per dare il via ad un Piano di opere pubbliche dal costo complessivo di 1 milione e 220 mila euro.
16 Giugno 2020

Il Comune di Sant'Omobono Terme ha approvato il bilancio preventivo 2020: 4 milioni e 200 mila euro per dare il via ad un Piano di opere pubbliche dal costo complessivo di 1 milione e 220 mila euro. Sono numerosi gli interventi in programma, che andranno a toccare diversi ambiti, dalla manutenzione della viabilità alla riqualificazione energetica, messa in sicurezza e difesa del suolo. 80 mila euro saranno destinati per il nuovo asfalto di tutte le strade Comunali – operazione già appaltata all'impresa Sangalli Spa di Mapello – mentre per lavori di manutenzione straordinaria di vie e frazioni, compreso realizzazione di parcheggi e riqualificazione dell'ingresso del paese, andranno a costare 85 mila euro.

Fra gli interventi più corposi vi è anche l'allargamento e la sistemazione del ponte sull'Imagna, a Ponte Pietra, per il costo di 200 mila euro: qui è presente anche lo svincolo per via Cepino, la strada che porta all'omonima frazione e al Santuario della Cornabusa. Sempre ponendo l'attenzione sul tema della riqualificazione, 230 mila euro saranno destinati a via Pascoli, la strada che porta da Selino Alto in zona Campo Gelmi-Bellentrino. 40 mila euro saranno invece sfruttati per la ricostruzione del muro di viale alle Fonti.

A difesa del suolo, il Comune interverrà con 300 mila euro che serviranno alla regimazione del torrente Pettola nella frazione di Mazzoleni. Altro importante obiettivo sono la riqualificazione energetica della pubblica illuminazione dal costo di 200 mila euro e la messa in sicurezza della scuola media “Giacomo Quarenghi” (71 mila euro), a cui si aggiunge poi la manutenzione straordinaria degli impianti sportivi comunali per 15 mila euro.

Quello che approviamo si può definire un piano Marshall per il nostro Comune – ha spiegato Demis Todeschini, vicesindaco e assessore al Bilancio, a L'Eco di Bergamo Interventi in tutto il paese e frazioni con finanziamenti nostri e regionali, senza fare debiti. Mobiliteremo più di 1 milione e 200 mila euro, in investimenti strategici come ad esempio la sostituzione quasi completa di corpi illuminanti che ci consentiranno di risparmiare sulla bolletta dell'energia elettrica, la prevenzione del dissesto idrogeologico importante per i nostri paesi di montagna per evitare danni a strutture e alle case, con interventi per 300 mila euro sul Pettola nella frazione di Mazzoleni”.

La viabilità non è da meno con interventi di investimento e straordinari per 565 mila euro – ha proseguito Todeschini – Tra l'altro sono previsti ulteriori interventi che stiamo definendo in questi giorni grazie ad alcune economie e alla concreta collaborazione del Bacino imbrifero montano, nonché interventi sulla spesa corrente per attenuare gli effetti negativi legati all'emergenza Covid-19. In questa situazione di difficoltà è necessario rilanciare gli investimenti e con la nostra azione vogliamo contribuire a questo obiettivo primario per l'economia”.

Una serie di interventi che hanno previsto un lavoro di collaborazione fra assessori, consiglieri e dipendenti – in particolare tecnici che si sono occupati della realizzazione dei progetti. “Quelli che approviamo sono interventi importanti e strategici per il nostro paese e le frazioni – ha spiegato il sindaco di Sant'Omobono, Ivo Manzoni soprattutto quelli idrogeologici per mettere in sicurezza il nostro territorio montano”.

Articoli Correlati

Campagna anti Covid: linee potenziate a S.Omobono e S.Giovanni, nuovo hub a Zogno

Nel centro vaccinale allestito nel foyer dell’Auditorium “Lucio Parenzan” salgono a oltre 1700 le somministrazioni giornaliere grazie a una accelerazione organizzativa. Potenziate anche le linee vaccinali a San Giovanni Bianco e S. Omobono. Al vaglio l’attivazione di ulteriori linee anche a Zogno. L’Asst Papa Giovanni XXIII pronta ad erogare dal 2 dicembre il 25 per cento dei vaccini somministrati su tutto il territorio bergamasco.

X
X
linkcross