Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Samuel e i 3000 da sogno, l'atleta valdimagnino realizza il 5° tempo bergamasco di sempre

Samuel Medolago, giovane di S.Omobono in forza all'Atletica Valle Brembana, ha ottenuto la vittoria nel 3.000 metri indoor a Padova.
19 Gennaio 2021

Quella dell'atletica leggera è una strada imboccata quindici anni fa. Ed oggi Samuel Medolago, 25 anni, può aggiungere al suo “curriculum” sportivo anche un nuovo risultato: la vittoria nei 3.000 metri indoor, ottenuta domenica 17 gennaio durante il Meeting nazionale di Padova con il nuovo personale di 8'07”12, il quinto miglior risultato bergamasco di sempre.

L'eccellente risultato raggiunto da Samuel, originario di Sant'Omobono Terme e in forza all'Atletica Valle Brembana, gli aprirà le porte del suo primo Campionato Italiano Assoluto indoor, che si terrà ad Ancona fra un mese dove fra sogni, aspettative e prospettive, Samuel sogna una medaglia. Il giovane ha iniziato la propria carriera sportiva quindici anni fa, con l'Atletica Valle Imagna, spinto dal papà Walter anch'egli atleta. QUA l'intervista a Samuel nella nostra rubrica Campioni delle Valli.

Un passaggio all'Atletica Valle Brembana e un trasferimento a Milano più tardi, il giovane entra nel gruppo di allenamento di Giorgio Rondelli, notissimo allenatore milanese, dove Samuel ha potuto dare il massimo di sé gareggiando nella sua specialità, i 1.500 metri. Di 3.000 metri, prima di quella padovana, ne aveva corse soltanto tre: soltanto qualche mese fa, in una nostra intervista, il giovane sottolineava la sua scelta di specializzazione su una distanza più breve.

Ma bastano pochi giorni ed un ottimo risultato e gli orizzonti si fanno improvvisamente più stretti. E la voglia di cambiare e migliorarsi sempre di più diventa come benzina che muove e guida ogni prossimo passo. Dopo la laurea all'Università di Milano – a brevissimo: a marzo Samuel discuterà la tesi in Scienze dell'alimentazione e nutrizione umana –, ci sarà per lui un periodo di “reset” in cui dedicarsi completamente alla corsa. Il futuro, invece, lo vede “all'attacco”: limare i tempi personali su pista o (ancora meglio) spingersi oltre, su distanze di diecimila metri.

(Fonte immagine in evidenza: atleticavallebrembana.it)

Ultime Notizie

X
X
linkcross