Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Sant'Omobono Terme, a luglio cambiano i numeri civici

Alla luce della fusione con Comune di Valsecca nel gennaio del 2014, ci sarà una revisione dei numeri civici nel comune di Sant'Omobono Terme.
14 Luglio 2018

Alla luce della fusione con Comune di Valsecca nel gennaio del 2014, ci sarà una revisione dei numeri civici nel comune di Sant'Omobono Terme.

Nel mese di luglio la ditta Unisel Srl si occuperà di tutte le procedure utili a "catalogare" tutte le abitazioni e i fabbricati del paese. La privacy degli abitanti non sarà a rischio: dal Comune tengono a precisare che questa procedura verrà eseguita dagli operatori della Unisel Srl senza entrare nelle abitazioni, ma accederanno solamente al vano scala. 

"Questo progetto di riordino della numerazione delle vie del nostro paese - spiega all'Eco di Bergamo il sindaco Paolo Dolci - permetterà ai mezzi di soccorso e di pubblica utilità di raggiungere più rapidamente e con maggiore precisione la casa e l'indirizzo ricercato; alle forze dell'ordine di garantire maggiori livelli di controllo per la sicurezza di tutti i cittadini; ai residenti e a coloro che arrivano da altri comuni di individuare con esattezza tutti gli indirizzi, soprattutto nelle zone più isolate del paese". 

Come riconoscere il personale di Unisel? Tutti gli operatori saranno muniti di tesserino di riconoscimento e non sono autorizzati a chiedere soldi (il servizio è gratuito). In caso di cambiamento del numero civico, il cittadino non dovrà sborsare alcunché in termini burocratici.

Articoli Correlati

Campagna anti Covid: linee potenziate a S.Omobono e S.Giovanni, nuovo hub a Zogno

Nel centro vaccinale allestito nel foyer dell’Auditorium “Lucio Parenzan” salgono a oltre 1700 le somministrazioni giornaliere grazie a una accelerazione organizzativa. Potenziate anche le linee vaccinali a San Giovanni Bianco e S. Omobono. Al vaglio l’attivazione di ulteriori linee anche a Zogno. L’Asst Papa Giovanni XXIII pronta ad erogare dal 2 dicembre il 25 per cento dei vaccini somministrati su tutto il territorio bergamasco.

X
X
linkcross