Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Sicurezza in montagna: giornata alla scoperta della ferrata del Monte Ocone

Domani, domenica 16 giugno, nell'ambito del progetto 'Sicuri sul Sentiero' evento dedicato alla presentazione della via ferrata allo sperone Nord-Est del Monte Ocone con partenza da Valsecca e di come affrontarla al meglio.
15 Giugno 2019

Come di consuetudine, nell’ambito del progetto "Sicuri in Montagna", domenica 16 giugno si ripresenta la giornata nazionale di prevenzione degli incidenti tipici della stagione estiva; sentieri, ferrate, falesie e vie alpinistiche, grotte e canyoning ma anche la ricerca dei funghi, saranno i temi d’interesse per parlare di prevenzione a 360°. Lo scopo principale dell’iniziativa è creare sensibilità, ovvero, accrescere la consapevolezza dei rischi e dei limiti personali accettabili nella frequentazione dell’ambiente montano ed ipogeo, soprattutto in quanti, lontani dal mondo del CAI, si avvicinano alla montagna in modo superficiale.

Della partita anche la Valle Imagna. Domani, infatti, nell'ambito del progetto "Sicuri sul Sentiero" ci sarà un evento dedicato alla presentazione della via ferrata allo sperone Nord-Est del Monte Ocone con partenza da Valsecca e di come affrontarla al meglio. Il programma prevede: dalle 8.00 all'attacco del sentiero per la ferrata e lo spigolo Nord-Est del Monte Ocone presidio composto da tecnici del Soccorso Alpino e speleologico stazione Valle Imagna, Cai Valle Imagna, volontario scuola "Giulio Ottolini", istruttori del CAI Bergamo e soci del GAMO (Gruppo Amici Monte Ocone).

La nuova ferrata - classificata come MD (molto difficile) e con tratti di ED (estremo) - è stata realizzata due anni fa, può essere affrontata in circa 2 ore e mezza e si sviluppa lungo 13 salti di roccia. per 700 metri di sviluppo e 500 metri di dislivello. Occorre essere allenati per poterla salire.

L'iniziativa di domenica è promossa dal Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico del CAI, le Sezioni del CAI, le Commissioni e Scuole Centrali di Escursionismo e di Alpinismo Giovanile del CAI, le Scuole di Alpinismo del CAI, Enti ed Associazioni sensibili. 

Per informazioni contattare Alessandro Calderoli al numero 337.242040  - o via email alecalderoli@libero.it

(Fonte Immagine: Paolo-Buffa-outdoor.xyz)

Articoli Correlati

Campagna anti Covid: linee potenziate a S.Omobono e S.Giovanni, nuovo hub a Zogno

Nel centro vaccinale allestito nel foyer dell’Auditorium “Lucio Parenzan” salgono a oltre 1700 le somministrazioni giornaliere grazie a una accelerazione organizzativa. Potenziate anche le linee vaccinali a San Giovanni Bianco e S. Omobono. Al vaglio l’attivazione di ulteriori linee anche a Zogno. L’Asst Papa Giovanni XXIII pronta ad erogare dal 2 dicembre il 25 per cento dei vaccini somministrati su tutto il territorio bergamasco.

X
X
linkcross