Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Sport e inclusione: a Zogno un pomeriggio in pista con 'Una squadra per tutti'

Un pomeriggio in nome dello sport e dell'inclusione quello di martedì 14 maggio. Protagonisti gli ospiti della Cooperativa In Cammino nell'ambito del progetto 'Una squadra per tutti', insieme all'Atletica V. Brembana.
21 Maggio 2019

Un pomeriggio all'insegna del divertimento, ma soprattutto in nome dello sport e dell'inclusione quello di martedì 14 maggio. Protagonisti gli ospiti della Cooperativa In Cammino - servizio CSE di San Pellegrino Terme, che sulla pista di Camanghè a Zogno hanno potuto provare diverse discipline di atletica leggera, nell'ambito del progetto “Una Squadra per Tutti” promosso dalla Comunità Montana Valle Brembana e di cui fa parte anche la società sportiva Atletica Valle Brembana, organizzatrice del pomeriggio.

Il progetto “Una Squadra per Tutti” nasce cinque anni fa. L'ente capofila è la Comunità Montana Valle Brembana, ma al suo interno racchiude una collaborazione con sette associazioni sportive della Valle Brembana: Rugby Zogno, Calcio San Pellegrino, le Lucertole di Brembilla, New Wushu Karate Valbrembilla, Olmese Calcio, Sci Club Sedrina e Atletica Valle Brembana.

Società sportive locali, dunque, unite da un obiettivo comune: educare, crescere attraverso lo sport e includere quei ragazzi con difficoltà. “Queste società sportive si sono messe a disposizione del territorio, mentre io ho un po' il compito di ricordare loro che ruolo importante hanno come adulti ed educatori – spiega Elena Sonzogni, coordinatrice del progetto e assistente sociale – Le società sportive sono importantissime in Valle Brembana: non abbiamo moltissimi spazi pomeridiani dove i ragazzi possono essere inclusi e queste società offrono possibilità molto importanti di crescita”.

Fra le numerose attività nel progetto, anche serate a tema aperte ai genitori e alle famiglie, corsi di formazione per allenatori e, attualmente, anche un corso di 'mental running' per la promozione della meditazione durante la corsa, con particolare attenzione al benessere delle persone. In programma anche la "Settimana della Salute" dal 1 all'8 giugno dedicata al benessere e animata da manifestazioni e stand presso l'area del mercato di Zogno.

Martedì 14 maggio, invece, è stato un pomeriggio importante per gli ospiti del CSE (Centro Socio Educativo) messo in campo dalla Cooperativa In Cammino di San Pellegrino Terme, come aiuto e supporto alle persone disabili: grazie alla collaborazione con l'Atletica Valle Brembana, hanno potuto provare diverse attività, dal lancio alla corsa, al salto in alto, gli ostacoli, il lancio del vortex e molto altro, il tutto sulla pista di Camanghè, a Zogno. “L'anno scorso lo avevamo già fatto con altri ragazzi più 'piccoli', in collaborazione con l'Associazione Pollicino 2.0 che si occupa di genitori e famigliari di bambini disabili – spiega Elena Sonzogni – Quest'anno abbiamo deciso di riproporre il pomeriggio con dei ragazzi un po' più grandi”.

Al termine della giornata, tutti i ragazzi sono stati premiati con una maglietta e una medaglia, per celebrare lo spirito sportivo di attenzione che accomuna le società sportive collaboratrici e il progetto. “Noi siamo entrati a far parte di questo progetto due anni fa – spiega il presidente dell'Atletica Valle Brembana Roberto Ferrari e abbiamo accettato volentieri, per diversi motivi: prima di tutto, per fare attività a livello sociale come, ad esempio, la giornata insieme ai ragazzi disabili in pista con l'obiettivo di includerli all'interno delle società sportive senza necessariamente coinvolgere l'attività sportiva, ma anche attraverso degli incarichi. Il secondo motivo è per le serate formative che svolgiamo e che toccano diverse tematiche sociali, come ad esempio il bullismo”.

Un tassello, questo, di un quadro molto più grande, un progetto che auspica con il tempo di riuscire a portare all'attenzione di sempre più persone la promozione dello sport come uno spazio di crescita e inclusione per tutti. “È importante per noi avere delle società così diverse fra loro e che svolgono diverse attività e sport – conclude Sonzogni – abbiamo cercato di cogliere tante caratteristiche sportive del territorio. Ce ne mancano però ancora molte e noi siamo disponibili a collaborare con chiunque si faccia avanti, perché ci piacerebbe provare ad allargare le collaborazioni in un territorio dove è importantissimo sapersi aprire agli altri. Noi, come Comunità Montana, siamo orgogliosi di questo progetto e di riuscire attraverso questo ad incrociare sociale e sport, che è un elemento fondamentale della Valle Brembana”.

Ultime Notizie

X
X
linkcross