Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Tra Corna Imagna e Berbenno la passeggiata enogastronomica ''personalizzata''

Ogni partecipante potrà costruire il proprio itinerario autonomamente in base ai suoi interessi e alla sua disponibilità, organizzando il proprio tempo in base alle partecipazioni ai laboratori o alle visite guidate a cui vorrà partecipare.
17 Agosto 2021

Quando l'agricoltura, la cultura e la montagna si incontrano, ecco che nascono le iniziative più interessanti: domenica 29 agosto, dalle 10.00 alle 18.00, lungo la strada agro-silvo-pastorale “Cà Baghina” fra Corna Imagna e Berbenno ci sarà la prima edizione di “Cibo e Passeggio tra Corna e Berbenno”, una sorta di passeggiata enogastronomica personalizzata e "dinamica", arricchita da laboratori, attività di vario genere, momenti culturali ed esperienziali. Il filo conduttore è quello di valorizzare a 360° il territorio, le sue bellezze e le aziende agricole che lo animano e lo vivono, giorno per giorno. L'evento è frutto della collaborazione fra le due Amministrazioni e realtà dei due paesi, quali Commissione Biblioteca, Pro Loco e Oratorio di Berbenno con il gruppo locale di promozione turistica Corna Imagna Modus. 

“L'obiettivo – spiega Giacomo Invernizzi, sindaco di Corna Imagna – è quello di abbinare elementi legati all'ambiente e all'agricoltura, affiancandoli con elementi ludici di tipo culturale e musicale. Sarà una giornata molto variegata, in cui ogni partecipante potrà costruire il proprio itinerario autonomamente in base ai suoi interessi e alla sua disponibilità, organizzando il proprio tempo in base alle partecipazioni ai laboratori o alle visite guidate a cui vorrà partecipare”.

La manifestazione si terrà lungo la Cà Baghina, una strada sterrata agro-silvo-pastorale che si sviluppa per circa 3,3 chilometri fra la Piazza della Rinascita di Corna Imagna e la località Cat di Berbenno: durante tutta la giornata saranno ospitate le Aziende Agricole del territorio con i propri prodotti e i piatti più gustosi preparati per l'occasione; altro punto focale dell'evento saranno gli interessanti laboratori ed attività studiate appositamente per grandi e piccini, dislocati lungo le varie località che si incontreranno nel percorso. Spazio, quindi, ai laboratori dedicati alle api e al miele, alla realizzazione di saponi e di costruzione dei muretti a secco, ma anche alla passeggiata educativa con i propri amici a quattro zampe e le visite guidate alla storica e caratteristica chiesetta di San Piro, mentre a conclusione della giornata ci sarà un piccolo concerto all'interno di una location molto particolare.

 

“Gli obiettivi a brevissimo termine sono quelli di poter far conoscere il territorio della Valle Imagna e alcuni dei suoi angoli più sconosciuti anche a chi ci vive – spiega Rachele Locatelli, Consigliere comunale di Berbenno e membro della Commissione Biblioteca –. A lungo termine speriamo di poter essere degli aprifila per gli altri Comuni della Valle, mostrando loro che una collaborazione è fattibile e si può raggiungere senza grossi problemi se tutti condividono la stessa idea. Gettando uno sguardo al futuro, ovviamente, l'interesse è che si instauri una collaborazione che vada al di là dei singoli eventi, ma che arrivi a toccare anche altri aspetti”.

Tutta la manifestazione, infatti, ruota attorno all'idea di collaborazione fra i due Comuni di Corna Imagna e Berbenno, che hanno messo in campo le proprie associazioni – rispettivamente Corna Imagna Modus, gruppo locale che si occupa della vita turistica del paese, la Commissione Biblioteca di Berbenno, ente comunale coinvolto nella realizzazione di eventi, Pro Loco e Oratorio di Berbenno – per dare vita ad un evento dal sapore unico, che getta le basi per iniziare a costruire un'alleanza positiva a favore di un territorio condiviso da entrambi i paesi, per far sì che venga ulteriormente valorizzato e apprezzato.

“La filosofia è un po' anche questa – aggiunge Invernizzi –, partire da elementi del territorio e renderli 'occasione' per farli vivere attraverso esperienze rivolte ai cittadini, perché sperimentino così quel modello di vita che è un po' la dimensione identitaria del nostro paese. La manifestazione rientra di fatto in quel percorso che abbiamo avviato da diverso tempo all'interno del nostro Comune, che ha come obiettivo quello di permettere a chi ci visita di sperimentare elementi belli ed interessanti del territorio anche sotto l'aspetto della sostenibilità e di ciò che la montagna è in grado di offrire”.

Quella in programma per il prossimo 29 agosto sarà una prima edizione, con la prospettiva che – in futuro – l'evento possa essere replicato. “Speriamo, innanzitutto, in una bella giornata che potrà fare sicuramente la differenza per la buona riuscita della manifestazione – aggiunge il sindaco di Corna Imagna Invernizzi – L'idea è che possa esserci una buona partecipazione sia da parte dei cittadini dei due Comuni, che dai visitatori esterni che avranno così l'occasione di conoscere le realtà presenti su entrambi i territori. Se avrà successo, poi, penso che entrambi i Comuni siano desiderosi di riproporla anche i prossimi anni: non escludo che da qui possano anche nascere percorsi di condivisione di progettualità anche più articolati”.

“Organizzare l'evento di quest'anno non è stato semplice – conclude il Consigliere di Berbenno Locatelli – Ma sicuramente tutto il lavoro svolto sarebbe bello poterlo riproporre anche in futuro, magari in veste diversa mantenendo la struttura originale. Spero che i concittadini partecipino, in modo tale da avere un bel riscontro da parte dell'utenza con la speranza che possa cogliere lo spirito di collaborazione e la voglia, nonostante la pandemia, di continuare ad organizzare e tenere attiva la popolazione”.

Articoli Correlati

X
X
linkcross