Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Trecento volontari ripuliscono gli argini del fiume Brembo: 700 kg di spazzatura raccolta

L'iniziativa ha coinvolto i territori dei Comuni di Almè, Villa d'Almè, Almenno San Salvatore, Almenno San Bartolomeo, Brembate di Sopra e Barzana, in occasione dell'iniziativa ''un Po prima del mare''.
24 Maggio 2021

Ogni anno, una persona produce circa 460 chili di rifiuti, l'equivalente del peso di un orso polare. Secondo un importante studio il fiume Po quella stessa quantità la riversa sotto forma di microplastiche in una sola ora nel mare Adriatico: numeri da capogiro, alimentati da una quantità incredibile di rifiuti di diversa natura spesso abbandonati dall'inciviltà nelle vicinanze dei fiumi.

Per questo motivo la Plastic Free Onlus ha organizzato per la giornata di ieri, domenica 23 maggio, l'iniziativa “un Po prima del mare” che ha visto la partecipazione congiunta di oltre 50 realtà dislocate in quattro diverse Regioni (Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia-Romagna). L'obiettivo? Raccogliere rifiuti e spazzatura dai contesti naturali fluviali, contribuendo alla salvaguardia non solo del territorio ma anche dell'intero ecosistema ed in particolare quello marino.

Fra i partecipanti vi è anche la Bergamasca, che ha organizzato tre appuntamenti: uno a Canonica d'Adda, uno a Mozzanica e uno lungo gli argini del Brembo. Proprio quest'ultimo ha toccato alcuni territori della bassa Valle Imagna, dell'Isola Bergamasca e dell'Hinterland, coinvolgendo i Comuni di Almè, Villa d'Almè, Almenno San Salvatore, Almenno San Bartolomeo, Brembate di Sopra e Barzana

 


(Spazzatura)

Una sentita partecipazione, che ha visto all'opera ben 300 volontari (che si sono radunati alle ore 14.30 al Campo Scuola Giovani Alpini di Almenno San Bartolomeo) provenienti da tutta la Lombardia , fra cui molte famiglie con bambini e un gruppo di giovanissimi Boy Scout, ma anche membri dell'Amministrazione pubblica, come alcuni assessori del Comune di Barzana ed il sindaco di Almè. Alla raccolta ha partecipato, inoltre, anche Simone Lunghi, uno degli “Angeli di Navigli” (un'Associazione che si occupa della pulizia, appunto, dei Navigli a Milano) che utilizzando il Sup – un particolare strumento simile ad una tavola da surf – ha raccolto dal letto del fiume rifiuti di ogni genere, dalla semplice spazzatura fino ad un cerchione e perfino una poltrona.

In totale, nei circa 4-5 chilometri “battuti” dai partecipanti, sono stati raccolti circa 700 kg di spazzatura. Moltissima la plastica, ma anche rifiuti tessili, ingombranti, lamiere e qualche pneumatico. “L'iniziativa è stata organizzata da Plastic Free Onlus, la più grande Associazione che si occupa di sensibilizzazione sul tema della plastica monouso – spiega Diego Sonzogni, referente per Bergamo – Ad oggi siamo ben 900 referenti in tutta Italia. Non è la prima volta che vengono organizzate operazioni di pulizia di questo genere: già lo scorso settembre ne abbiamo tenuta una sul fiume Brembo ed un'altra sul fiume Serio, però purtroppo il Covid ci ha bloccati. A giugno dovremmo metterne a punto un'altra, questa volta in uno dei parchi di Bergamo”.

Un grande successo si è registrato anche per gli altri due eventi della Bergamasca. A Mozzanica, sul fiume Serio, i volontari sono stati 105 che hanno raccolto circa 120 sacchi di spazzatura, più quindici copertoni, un ex fusto d'olio ed una coperta/tappeto di grandi dimensioni per un totale di circa 1.000 kg di sporcizia. A Canonica d'Adda i 60 volontari hanno raccolto circa 300 kg di rifiuti, cinquanta sacchi con moltissimi rifiuti tessili semi-sommersi e uno pneumatico di grosse dimensioni. Insieme alle numerose famiglie con bambini, hanno preso parte all'iniziativa anche il Parco Adda Nord e alcune Guardie Ecologiche Volontarie del Parco.

“Siamo molto contenti e soddisfatti del risultato, 450 persone nella sola provincia di Bergamo sono veramente tante – conclude Sonzogni – Quando fai una raccolta in luoghi belli come gli argini dei fiumi ti rendi veramente conto del buono che stai facendo. Sei in un bel posto, immerso nella natura ma purtroppo colmo di sporcizia e tu ti dai da fare per ripulirlo: è certamente un'esperienza completamente diversa, e il risultato ti lascia dei ricordi unici”.


(I gruppi di Mozzanica e Canonica d'Adda)

Ultime Notizie

Parco Le Cornelle: nuovi cuccioli di Ibis Eremita, Pinguino di Humboldt e Suricati

La bella stagione ha portato al Parco Faunistico Le Cornelle grandi novità: tre coppie di Ibis Eremita hanno visto nuove nascite per un totale di quattro pulcini. Ma non è tutto, tra i nuovi arrivati ci sono anche un piccolo di Pinguino di Humboldt e cinque cuccioli di Suricati. Via al contest sulla pagina Facebook del Parco per la scelta del nome!

X
X
linkcross