Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Ubriaco travolge e uccide carabiniere di Zogno ad un posto di blocco: investitore arrestato

Tragedia alle prime luci dell'alba di lunedì 17 giugno a Terno d'Isola, quando un carabiniere di 41 anni è stato travolto e ucciso ad un posto di blocco da un automobilista che guidava in stato di ebbrezza. La vittima è l'appuntato Emanuele Anzini,
17 Giugno 2019

Tragedia alle prime luci dell'alba di lunedì 17 giugno a Terno d'Isola, quando un carabiniere di 41 anni è stato travolto e ucciso ad un posto di blocco da un automobilista che guidava in stato di ebbrezza. La vittima è l'appuntato Emanuele Anzini, originario di Sulmona, in Abruzzo, ma appartenente al nucleo Radiomobile della compagnia di Zogno. L'uomo lascia moglie e una figlia.

È successo verso le 2:53, quando in via Padre Albisetti a Terno d'Isola, sulla provinciale che collega Presezzo con Sotto il Monte, l'uomo si trovava con i suoi colleghi per un posto di blocco. La vittima avrebbe intimato ad un automobilista di fermarsi per un controllo ma questi lo avrebbe invece travolto con violenza, trascinandolo per diversi metri e frantumando il parabrezza dell'auto. Sul posto sono giunte due ambulanze ed un'automedica, ma per l'appuntato Anzini non c'era più nulla da fare: è morto sul colpo.

Tornato sul luogo dell'incidente, l'automobilista, 34enne di Sotto il Monte, è stato arrestato dai carabinieri e portato nel carcere di Bergamo, con l'accusa di omicidio stradale, guida in stato di ebbrezza ed alta velocità. Sulle spalle dell'uomo graverebbero ulteriori precedenti: sospensione della patente per guida in stato di ebbrezza e omissione di soccorso.

Era una persona in gamba, dinamico, ben voluto dalla comunità e da tutti quanti” ha espresso con dolore il colonnello Paolo Storoni del Comando di Bergamo nella chiesa parrocchiale di Zogno questa mattina, alle 11:30, quando si è tenuta la benedizione della salma. “Rabbia e dispiacere per una tragedia che non trova giustificazioni” ha aggiunto il colonnello. Emanuele Anzini era molto conosciuto e ben voluto in Valle Brembana e, nel tempo libero, faceva il volontario presso la Croce Rossa di San Pellegrino Terme.

Numerosi sono i messaggi di cordoglio dall'apprensione della notizia, anche da istituzioni e personalità politiche: dal presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, che ha espresso la sua vicinanza definendo la tragedia “un sacrificio grande che ci commuove, ma che fa anche crescere in noi la rabbia per il disprezzo che certe persone hanno verso il prossimo e per il mancato rispetto delle regole”, al ministro della Difesa Elisabetta Trenta.

Ad esprimere il proprio dolore per la scomparsa dell'appuntato anche Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia, Elena Carnevali, Maurizio Martina e Antonio Misiani, parlamentari bergamaschi del PD, il segretario generale Antonio de Lieto, il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, il presidente del senato Roberto Calderoli, il sottosegretario della Difesa Angelo Tofalo e i parlamentari bergamaschi Daniele Belotti, Rebecca Frassini, Simona Pergreffi, Cristian Invernizzi, Daisy Pirovano, Tony Iwobi e Alberto Ribolla.

Oggi alle 18, nella chiesa parrocchiale di Zogno, verrà celebrata una messa in suffragio, mentre i funerali verranno celebrati domani a Sulmona, in Abruzzo – nella sua città d'origine.

Ultime Notizie

X
X
linkcross