Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Un progetto a distanza, per sentirsi più vicini: il messaggio musicale delle medie di Brembate di Sopra

Un progetto a distanza proposto da Samuele Salvi, originario di Sant'Omobono e docente di musica alle scuole medie di Brembate di Sopra, in cui i ragazzi si sono esibiti nel brano ''Nel mondo rinasce''.
9 Luglio 2020

È iniziato come un compito, trasformandosi poi in un momento di collaborazione e riflessione fra alunni e docenti, con l'obiettivo di tornare a vivere l'ambiente scolastico seppur separati da uno schermo. Un progetto a distanza, quello che Samuele Salvi – docente di musica originario di Sant'Omobono Terme – ha proposto ai suoi alunni della scuola secondaria dell'Istituto Scolastico di Brembate di Sopra “Ferruccio dell'Orto”.

Armati di webcam e cuffiette, i giovani studenti si sono cimentati nella rappresentazione di “Nel mondo rinasce”, un brano inedito arrangiato da Salvi con il testo di Daniela Rota Sperti. Un vivace coro colmo di vitalità che esprime tutta la voglia di tornare a rivedersi, cantata a gran voce oppure scandita a ritmo di flauti, chitarre, batterie, clarinetti e trombe.

La dirigente scolastica, la dottoressa Cristina Locatelli, ha accettato con entusiasmo il progetto – spiega Samuele Salvi – Con me hanno collaborato anche i colleghi Marzia Lomboni e Andrea Chidichimo, che hanno curato rispettivamente gli elaborati artistici e la parte più tecnologica. Il brano è un inedito, a cui hanno partecipato dei miei colleghi che si sono occupati della parte musicale suonando pianoforte e sax baritono”.

Al progetto hanno partecipato tutte le classi, dalla prima alla terza media. “La difficoltà maggiore è stata insegnare agli alunni a registrare in modo corretto e ad esibirsi sopra la base a metronomo – spiega Salvi – Difficoltà tecnologiche non ce ne sono state. Salvo qualche problema di rete internet”. Il progetto è stato rielaborato poi in un video, che ha visto la partecipazione di una parte degli alunni.

Si sono divertiti, pur sapendo che si tratta di attività musicale al 100% e, di conseguenza, valutata a livello scolastico – conclude Salvi – Abbiamo realizzato questo video: un grazie va ai genitori che hanno concesso le autorizzazioni e per il supporto che hanno dato ai ragazzi nella realizzazione del compito. L'obiettivo di tutto il progetto è anche un messaggio, che la scuola vuole dare a tutta la comunità. Con la speranza che a settembre ci si possa rivedere”. Fra i banchi di scuola, per ascoltare insieme la vita che “nel mondo rinasce”.

Ultime Notizie

X
X
linkcross