Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Una bottiglia di diamante per i 120 anni della Sanpellegrino

Per i suoi 120 anni di attività, Sanpellegrino ha deciso di dare il via alla 'Diamond Week', rilasciando anche due edizioni limitate delle sue iconiche bottiglie verdi, fra cui una di 'diamanti'.
22 Maggio 2019

Il 21 maggio 1899 nasceva quella che, 120 anni dopo, sarà una delle aziende produttrici di acqua più celebri al mondo, protagonista con il suo marchio rosso sulle tavole dei più prestigiosi ristoranti in oltre 150 paesi in cinque continenti diversi: è la Sanpellegrino, la conosciuta azienda di casa brembana che – in occasione della “Diamond Week” per i suoi 120 anni di attività – ha rilasciato due edizioni limitate delle sue iconiche bottiglie verdi.

La prima limited edition presenta un'etichetta dai dettagli argentati “120 Years Anniversary”, mentre la seconda sarà l'assoluta protagonista delle tavole di 220 ristoranti stellati in tutta Italia a partire da ieri 21 maggio e per tutto il resto della settimana: la bottiglia è impreziosita da finiture sfaccettate come piccoli diamanti, presi a esempio per simboleggiare la purezza dell'acqua minerale Sanpellegrino. “L’Edizione dell’Anniversario è stata concepita come omaggio al gusto per la condivisione, all’insegna della storica partnership di S.Pellegrino con il fine dining e il mondo dell’alta gastronomia” si legge in un comunicato rilasciato dalla società.

La Diamond Week, che ha preso il via martedì 21 maggio – giorno in cui cade l'esatto anniversario – offrirà ai propri consumatori l'opportunità di provare i migliori piatti degli chef stellati d'Italia scelti in esclusiva da Michelin, accompagnati dalla preziosa “bottiglia di diamante” in edizione limitata, che già aveva esordito in anteprima a febbraio presso il Palazzo Reale di Milano, durante la serata di chiusura della Settimana della moda.



(Fonte immagine in evidenza: sanpellegrino.com)

Ultime Notizie

Da Milano a Genova passando per Rimini, i ragazzi dell'Istituto Maria Consolatrice tornano in gita

Dopo due anni di chiusure per la pandemia, finalmente tutti gli alunni dell’Istituto Maria Consolatrice di Cepino hanno avuto la possibilità di fare la propria gita. Nella settimana dal 17 al 20 maggio la scuola ha chiuso (parzialmente) le sue porte alla didattica in classe, per dare spazio alle uscite nel territorio vallare e italiano alle varie sezioni.

X
X
linkcross