Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Vacanza alternativa in alpeggio? Pastori per un'estate con Progetto Pasturs

Pasturs è il progetto messo in campo dalla Cooperativa Eliante Onlus per ridurre i rischi conseguenti alla presenza dei grandi predatori sulle Orobie. Anche quest'anno si cercano volontari.
15 Aprile 2019

Uomini e animali, pastori e grandi predatori: una convivenza che risale ai tempi più antichi. È in quest'ambito che opera Pasturs, il progetto messo in campo dalla Cooperativa Eliante Onlus per ridurre i danni e i rischi conseguenti alla presenza dei grandi predatori sulle Orobie. Anche quest'anno, dopo il successo ottenuto negli ultimi tre anni, si aprono le nuove candidature per i volontari che vogliono provare un'esperienza nuova, a contatto con la natura, aiutando i pastori di montagna.

Sostenuto dalla Coldiretti Bergamo, Parco delle Orobie Bergamasche e WWF Bergamo – Brescia all’interno del progetto LIFE EuroLargeCarnivores e con la collaborazione di Regione Lombardia nell’ambito del progetto LIFE “Natura che Vale”, il progetto si pone l'obiettivo di migliorare la convivenza tra pastori e grandi predatori, consentendo di ridurre le difficoltà per le attività zootecniche locali derivanti da possibili incursioni, evitando l’estinzione di specie protette come l'orso bruno e il lupo.

Requisiti essenziali: Avere un’età compresa tra 18 e 45 anni, adattabilità al lavoro all’aria aperta, alle baite senza comfort e alle camminate in montagna, forte motivazione, consapevolezza del tipo di volontariato.

Anche quest'anno è possibile iscriversi a Pasturs entro il 28 aprile, compilando un modulo online sul sito web. Chi verrà scelto, dovrà partecipare ad un corso di formazione obbligatorio (8/9 giugno 2019) della durata di un fine settimana all'Oasi WWF di Val Predina prima di poter trascorrere da 1 settimana a 2 mesi massimo in alpeggio nei mesi di giugno, luglio e agosto. Una volta in alta quota, si occuperanno delle faccende quotidiane come cucinare, accendere il fuoco, lavare i piatti, pulire la baita, fare il fieno e gestire le pecore malate, oltre che aiutare i pastori ad installare le recinzioni recintate, sorvegliando con loro le greggi.

Dei 100 volontari nelle precedenti edizioni, quella del 2018 ha registrato 50 giovani volontari da tutta Italia, distribuiti in 9 alpeggi della bergamasca, con un'altitudine massima di 2328 metri e 7280 ovini di razza pecora bergamasca, 313 caprini, 284 bovini e 72 equini coinvolti. “Il 2018 ha visto Pasturs dare un contributo importante alla convivenza tra pastorizia e grandi predatori sulle Orobie bergamasche – ha commentato Mauro Belardi, presidente della Cooperativa Eliante – Il lavoro dei volontari e dei partner del progetto ha confermato la validità della nostra strategia, riconosciuta anche a livello comunitario”.



(Fonte immagine in evidenza: pasturs.org)

Ultime Notizie

X
X
linkcross