Cronaca

Economia e Politica

Cultura

Turismo

Sport

Giovani&Scuole

Eventi

Rubriche

La Redazione

Valle Imagna

Valle Brembana

Val Brembana e Valle Imagna si fondono: arriva la Comunità Montana delle Valli

Entro fine anno, la Valle Imagna e la Valle Brembana si fonderanno: è questa la notizia che arriva come un fulmine a ciel sereno per gli abitanti delle due valli. Ad annunciarlo i presidenti delle Comunità Montane Alberto Mazzoleni e Roberto Facchinetti,
1 Aprile 2019

Entro fine anno, la Valle Imagna e la Valle Brembana si fonderanno: è questa la notizia che arriva come un fulmine a ciel sereno per gli abitanti delle due valli bergamasche, che presto non saranno più “vicini di casa”, bensì coinquilini della stessa abitazione. Ad annunciarlo i presidenti delle due Comunità Montane Alberto Mazzoleni e Roberto Facchinetti attraverso un comunicato stampa che ha lasciato tutti di stucco.

L'incontro, in gran segreto, fra i due rappresentanti è avvenuto nel pomeriggio di ieri, domenica 31 marzo alla sede di via Don Angelo Tondini, a Piazza Brembana. Una dichiarazione inaspettata e che, a fine anno, vedrà i 37 Comuni brembani unirsi ai 15 valdimagnini sotto un'unica bandiera che prenderà il nome di “Comunità Montana delle Valli”.

La motivazione alla base di una simile decisione è dettata in particolar modo dallo spopolamento, un lento declino che i nostri paesi sono costretti a subire da diversi anni a questa parte, oltre che per “tamponare” le rivalità sorte fra le due valli e risolvere le situazioni di stallo. Il presidente della Comunità Montana Valle Brembana Alberto Mazzoleni, che fino ad ora è rimasto muto come un pesce, ha dichiarato: “È un progetto a cui lavoriamo da diversi mesi, in collaborazione con la Comunità Valle Imagna ed il suo presidente Facchinetti. Siamo molto entusiasti di annunciare la prossima fusione della due Comunità, e di conseguenza delle due Valli: la decisione è stata presa per motivazioni differenti, fra cui anche evitare situazioni di disparità fra le due valli, ma in particolar modo per venire incontro a paesi e dar loro un senso di unità, come Ubiale-Clanezzo, che si è sempre sentito come un pesce fuor d'acqua poiché a cavallo fra le due valli”.

L'obiettivo dei due presidenti, però, non è solamente quello di fondere definitivamente due valli, così vicine eppur così distanti: come dichiarato da Facchinetti “auspichiamo ad accorpare nella nostra nuova istituzione anche le altre Valli bergamasche e le relative Comunità Montane. Il nostro prossimo obiettivo, ora, è unificare anche la Valle Seriana, stiamo già prendendo accordi con il presidente Cominelli”.

L'idea è dunque quella di creare una macro-valle, per evitare che il “pesce grosso” - come può essere la Valle Brembana – mangi il “pesce piccolo” e si creino quindi situazioni di disparità, sia dal punto di vista economico che istituzionale. La conferma è dunque arrivata e ora si attende la data di effettiva esecuzione della nuova fusione vallare, prevista entro quest'anno, che ci renderà tutti pesci nello stesso acquario.

Ultime Notizie

X
X
linkcross