115 anni del Corpo Musicale Città di S.Pellegrino: nuovo vessillo e premiazione dei membri storici

Eleonora Busi 29/09/2021 0 commenti

115 anni di storia alle spalle, ma animato dallo spirito di sempre: parliamo del Corpo Musicale “Città di San Pellegrino Terme”, che lo scorso 18 settembre ha commemorato proprio 115 anni dalla fondazione del gruppo.

Per l'occasione è stata celebrata una Santa Messa, in ricordo di tutti i musicanti defunti che negli anni hanno preso parte al Corpo Musicale. Dopo la liturgia, si è tenuta la benedizione del nuovo Vessillo donato dalla famiglia Ruggeri (come era già, peraltro, avvenuto nel 1974 quando il Corpo Musicale adottò l'attuale stendardo) e benedetto da don Franco Gherardi.

I festeggiamenti, a cui ha partecipato anche il sindaco di San Pellegrino Terme Vittorio Milesi, sono proseguiti con la premiazione di alcuni musicisti, ricompensati per l'appartenenza da oltre 25 anni al Corpo Musicale: si tratta di Alessandro Ambrosioni (Basso), Federica Gasparini (Clarinetto), Luca Giupponi (Sax Alto), Francesco Guirri (Tromba), Stefania Peretto (Flauto) e Francesco Salaroli (Tromba).

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

 

Corpo Musicale “Città di San Pellegrino Terme”: 115 anni di storia

La Banda di San Pellegrino nasce nel 1906 grazie alla passione di un piccolo gruppo di musicisti, che già da qualche anno si esibiva in esecuzioni piuttosto semplici ma orecchiabili, senza utilizzare alcuno spartito. La fondazione di una Banda vera e propria è da attribuirsi all'iniziativa della famiglia Dadda, con il sostegno dei fratelli Angelo e Leone Bonzi e di Benedetto De Sancris, primo maestro.

È l'epoca del grande liberty e San Pellegrino è tutto un fiorire di novità e di strutture meravigliose, come il Casinò ed il Grand Hotel: la formazione del Corpo Musicale, oltre ad essere determinata da motivazioni culturali, rispondeva anche alle esigenze di tipo turistico e rappresentativo del tempo. Nel 1907 viene redatto il primo statuto e qualche anno più tardi, nel 1911, si inaugura la prima bandiera.

Nel 1947, dopo diversi anni in cui i membri scarseggiavano poiché chiamati alle armi, l'attività riprende a pieno regime sotto la guida del maestro Pietro Carminati. Nel 1971 con l'arrivo del prof. Giuseppe Tassis (insegnante di clarinetto al Conservatorio di Bergamo), tutto viene rivoluzionato, partendo dall'organico al repertorio, fino al modo stesso di concepire la Banda ed il suo rapporto con il pubblico. Così il Corpo Musicale di San Pellegrino si trasforma in un modello che oltrepassa perfino i confini regionali e partecipa anche a concorsi nazionali, ottenendo il primo premio a Pizzighettone.

Al prof. Tassis succedono diversi maestri di alto calibro: il prof. Roberto Ribellini (componente per anni dell'orchestra sinfonica della RAI), il prof. Walter Ruggeri, il prof. Gianmario Bonino, insegnante di tromba al Conservatorio di Milano e sotto la cui direzione la Banda partecipo alla trasmissione RAI “Uno Mattina”, ed il prof. Gianmarco Epis.

Ad oggi, la formazione bandistica è composta da ben 45 elementi ed il gruppo è guidato dall'insegnante prof. Pietro Rainò Dambrosio. Presidenti dell'Associazione sono Vittorio Dadda fondatore, Dr. Ermanno Bonapace, Dr. Merino Quarenghi, Ing.  Angelo  Gilardoni, Giuseppe,  Luigi  e  Angelo  Giupponi, Leone e Angelo Bonzi, Cav. Andrea Scanzi per ben 50 anni, Dr. Adriano Avogadro e prof. Bonaventura Foppolo. Dall’Agosto 2018 il Direttore del Sodalizio è Marco Francesco Ruggeri.

(La benedizione del Vessillo)

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Ottobre 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31









Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph