124 mila euro di multe ai sindaci della Val Brembana? ''Il nostro posto era lì, tra la gente''

Redazione 24/08/2021 1 commenti

In totale potrebbe arrivare a 124 mila euro la somma delle sanzioni che rischiano i sindaci della Valle Brembana che hanno partecipato (circa una trentina) al corteo in difesa dell'Ospedale di San Giovanni Bianco dello scorso 7 agosto e che ha bloccato la SS470 e interrotto il traffico per quasi un'ora.

"124000.00 euro!!! Si, avete letto bene, 124000.00 euro è l'importo che rischiano di pagare i Sindaci della Valle Brembana per aver causato il blocco stradale della ss470 con il loro corpo,  per ben 1 ora e 15 minuti, mentre manifestavano a fianco dei loro cittadini per chiedere un Ospedale migliore, in pratica più di 1000.00 euro al minuto", scrive su Facebook Jonathan Lobati, che si è già visto recapitare la multa come abbiamo scritto ieri

"Ma allora il tempo ha un valore? - prosegue il sindaco e presidente della Comunità Montana Valle Brembana, a margine della conferenza stampa di ieri, 23 agosto - Allora mi chiedo, quanto dobbiamo chiedere allo Stato che ogni giorno ci tocca fare coda per andare al lavoro, a causa della viabilità da terzo mondo e pensate che in centinaia di punti ( e siamo nel 2021)  le strade di montagna non sono nemmeno a doppio senso si marcia e in Val Taleggio è presente ancora ( anche se per poco per fortuna) un ponte Bailey come quelli che si usano nei paesi in guerra.  

(Un momento della conferenza stampa, in foto, da sinistra: Marco Milesi sindaco di San Giovanni Bianco, Jonathan Lobati sindaco di Lenna e Presidente della Comunità Montana, Vittorio Milesi sindaco di San Pellegrino Terme)

Ma quanto valgono allora - prosegue Lobati - le ore che i nostri commercianti, le nostre attività, i nostri cittadini, devono passare in auto per andare allo sportello dell'agenzia delle entrate che è stato portato via dalla valle e non ripristinato o per usare uno dei servizi che ogni anno viene depotenziato e decentrato verso i grandi centri dalle poste, alle banche, all'ospedale solo per fare degli esempi.  Ma allora se vale il concetto di proporzionalità, se ci viene chiesto di dare, per i ritardi che causiamo noi, allora possiamo chiedere di ricevere per i danni causati da altri?

"Chiediamo di non emettere ulteriori sanzioni nei confronti dei cittadini intervenuti alla manifestazione a difesa dell'Ospedale di San Giovanni Bianco e di annullare i provvedimenti emessi contro i Sindaci. L'ho detto in modo chiaro, fare il Sindaco è un lavoro, il lavoro di rappresentare i propri cittadini e  di difendere i loro diritti. Il mio posto era su quella strada a quell'ora, tra la gente e con la fascia tricolore a tracolla fianco a fianco con tutti i miei colleghi. E vedendo i messaggi e le chiamate che ho ricevuto oggi ho come la sensazione che in tanti la pensiamo così", conclude Lobati.

Solidarietà dal mondo della politica, locale e non: "Più di 30 sindaci della Val Brembana rischiano fino a quattromila euro di sanzione per aver manifestato a sostegno dell'ospedale di San Giovanni Bianco - scrive su Facebook il consigliere provinciale e vicesindaco di S.Omobono Demis Todeschini -.  Le sanzioni sono già state notificate a due Sindaci che hanno doverosamente difeso le ragioni delle loro Comunità, per la difesa del loro Ospedale. Mi auguro che il Prefetto o il Ministro provvedano ad annullare tutti i verbali. Piena solidarietà ai Sindaci della Valle Brembana!".

 “Un passo falso nei confronti delle nostre Istituzioni locali, le sanzioni che lunedì 23 agosto sono state notificate ad alcuni sindaci della Val Brembana”, così commentano i Deputati bergamaschi Stefano Benigni e Alessandro Sorte. “Un atto inspiegabile che si scontra contro numerosi ed eclatanti esempi di tolleranza come le decine di migliaia di persone scese in piazza – senza alcun controllo – in occasione della vittoria della Nazionale agli europei o per l'ormai tristemente noto rave party di Mezzano. Diversi Sindaci sono scesi in strada, in rappresentanza dei propri Comuni e dei cittadini, in modo ordinato e mantenendo il corretto distanziamento per chiedere la tutela dell'Ospedale di San Giovanni Bianco, un presidio ospedaliero fondamentale per la Val Brembana che rischia un forte ridimensionamento, con il risultato di aver ricevuto sanzioni fino a 4 mila euro. Di fronte alla evidente buona fede dei nostri Sindaci e rappresentanti locali che si battono per le nostre comunità e del grande valore morale del tema per cui si è manifestato, rivolgiamo un forte appello al Prefetto di Bergamo affinché comprenda le ragioni profonde di questa manifestazione e valuti la sospensione degli accertamenti già notificati o ancora da notificare”.

"Abbiamo espresso al Presidente della CM Valle Brembana Jonathan Lobati ed a tutti i Sindaci e Cittadini coinvolti, piena solidarietà! - dichiarano Tiziano Maffezzini Presidente UNCEM Lombardia e Alberto Mazzoleni Giunta Nazionale  Uncem - Le regole vanno rispettate ma evidentemente non sempre e non per tutti… visti gli ultimi accadimenti in Italia… e per quelle di partecipazione democratica crediamo che serva anche buon senso da parte degli Enti preposti al controllo. Il sig. Questore, il sig. Prefetto e financo se necessario il sig. Ministro e il sig. Presidente della Repubblica spero capiscano il grave danno alla democrazia che si sta facendo con l’assunzione dei provvedimenti nei confronti di chi ha manifestato pacificamente per il diritto alla SALUTE in montagna! Più di 30 sindaci della Val Brembana rischiano fino a quattromila euro di sanzione per aver manifestato a sostegno dell'ospedale di San Giovanni Bianco. Di nuovo piena solidarietà al Presidente della Comunità Montana ed ai Sindaci della Valle Brembana!". 

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Massimiliano 24/08/2021

Penso che arrivati a questo punto tutti si dovrebbero rendere conto che la democrazia NON esiste, perdere un ora per strada in quella occasione non è la stessa cosa di perdere l'unico ospedale della zona!

Lascia un commento





Ottobre 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31









Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph