Coronavirus: quanto ha colpito Val Brembana e Imagna? Infografiche dati ufficiali e stimati

Eleonora Busi 17/04/2020 1 commenti

Era domenica 23 febbraio quando, come un fulmine a ciel sereno, il coronavirus ha iniziato a manifestare la sua furia anche nella nostra provincia. I primi casi a Bergamo, poi all'ospedale di Alzano Lombardo e Seriate. E in pochissimo tempo la bergamasca si è trovata al centro di un ciclone inaspettato che ha toccato un po' tutta l'Italia, colpendo in particolare la Lombardia ed i suoi abitanti, spezzando vite e assestando un duro freno all'economia. Dopo i casi in città è stato il turno delle Valli: una Valle Seriana martoriata, poi un primo caso in Valle Brembana, a Sedrina, che si è diffuso a macchia d'olio raggiungendo anche la vicina Valle Imagna.

10.472 i casi positivi, aggiornati al 15 aprile, in provincia di Bergamo. 500 quelli conteggiati in Valle Brembana, 230 emersi in Valle Imagna. E poi ci sono i morti, a centinaia: i dati ufficiali parlano di 315 in Valle Brembana, di cui 130 dichiarati per Covid-19; 111 i decessi valdimagnini, ufficialmente 34 stroncati dal coronavirus. Di “ufficialmente” si parla, perché accertati con tamponi effettuati in ospedale oppure post-mortem. Le stime dell'analisi di InTwig, però, parlano di altri numeri, parlano di tante persone mai dichiarate positive al coronavirus ma nella realtà (forse) sì e che hanno perso la vita prima di poter avere un posto in ospedale.

Gli occhi del mondo erano incollati alle foto e ai video dei camion militari che portavano i nostri morti nelle altre provincie, verso la cremazione, perché noi avevamo raggiunto il limite massimo. A marzo, nella sola Bergamo, sono stati 602 i decessi contro i 120 in una media fra il 2017 ed il 2019. Di questi 602, “soltanto” 226 sono morti di Covid, sebbene alcune stime ne individuerebbero almeno il doppio – 482. In Valle Brembana, la media dei morti fra il 2017 ed il 2019 è stata di 44 nel mese di marzo; nel 2020 ne ha registrati 315, ufficialmente 130 per Covid, statisticamente 282. Così anche la Valle Imagna, che gli anni passati ha visto una media di 18: quest'anno sono stati 111, di cui 34 uccisi dal coronavirus. 93, quelli stimati.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Il Comune che ha subito più perdite è stato Zogno. 8.805 residenti in totale, 139 i contagi, molti concentrati nella Rsa del paese. I decessi di marzo sono stati 89, contro la media di 7 degli anni precedenti: di questi, “solo” 34 sono casi accertati di coronavirus con tampone, ma le stime alzerebbero il picco almeno ad 80. Anche San Giovanni Bianco e San Pellegrino Terme, limitrofi a Zogno, hanno dovuto combattere una dura battaglia al Covid che ha visto in totale 96 caduti – 47 a San Giovanni e 49 a San Pellegrino.

In Valle Imagna fra i più colpiti vi sono Almenno San Bartolomeo e San Salvatore, che in quanto a contagi si equivalgono (46 il primo e 49 il secondo). Ma le perdite si sono fatte sentire in particolar modo ad Almenno San Salvatore, che a marzo ha registrato 33 decessi (contro una media di 4). Solo 5 sarebbero stati attribuiti effettivamente ad una positività al coronavirus, ma le stime ne vedrebbero almeno 29. Anche Sant'Omobono Terme e Palazzago, con rispettivamente 22 e 25 contagi, si piazzano fra le file dei Comuni più colpiti.

Ci sono anche quei piccoli paesi in cui, vuoi la bassa densità di popolazione, vuoi l'isolamento “forzato” dettato dai luoghi e dal territorio, la curva dei contagi è rimasta piatta, vicina allo zero. Comuni come Cassiglio, Blello, Valleve e Bedulita, quelli che sono rimasti a quota zero o un solo caso positivo ufficialmente dichiarato. La “fortuna”, come l'hanno chiamata alcuni primi cittadini, di vivere lontano dai luoghi popolati e di aggregazione, immersi nella natura che in questa occasione suona quasi come una sorta di protezione da un male invisibile.

(I dati stimati sono raccolti da analisi di InTwig)

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Dario 18/04/2020

Grazie

Lascia un commento





Luglio 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

  






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph