Elezioni 2021 in Valle Brembana a Cornalba, S.Giovanni, S.Pellegrino e Valnegra. Chi si candiderà?

Eleonora Busi 12/01/2021 0 commenti

La prossima primavera – Covid permettendo – saranno quattro i Comuni della Valle Brembana che rinnoveranno le proprie Amministrazioni comunali: si tratta di Cornalba, San Giovanni Bianco, San Pellegrino Terme e Valnegra. Dopo cinque anni di mandato, infatti, nei quattro paesi brembani sembra iniziare a tirare aria di cambiamento. Se per alcuni primi cittadini, infatti, sarà impossibile ricandidarsi, c'è chi vorrebbe lasciare spazio ai giovani e chi, invece, desidererebbe di continuare la propria avventura amministrativa.

A San Pellegrino Terme il nome nuovo è Fausto Galizzi, attuale assessore al Bilancio, Ecologia e Protezione Civile, in Comune fin dal 2006 agli esordi del sindaco corrente, Vittorio Milesi. Per lui, infatti, non c'è possibilità di ricandidatura considerando i due mandati consecutivi alle spalle. Il passaggio di testimone sembrerebbe, dunque, l'unica “via naturale” da imboccare per proseguire l'importante progetto di investimenti pubblici e privati finalizzati allo sviluppo turistico-termale di San Pellegrino.

Confermo che stiamo lavorando alla formazione di una lista che nel segno della continuità, proseguirà il lavoro amministrativo sviluppato in questi anni, cercando di realizzare e rendere concrete le numerose importanti iniziative alle quali stiamo tuttora lavorando. Sono disponibile a far parte della nuova lista e a dare una mano al nuovo Sindaco e ai nuovi amministratori” afferma Vittorio Milesi, che snocciola qualche numero sugli investimenti effettuati in questi anni di mandato.

“Nel dicembre 2014 abbiamo aperto il centro termale con un investimento privato di 24.000.000 euro del Gruppo Percassi, 18.650.000 euro sono invece il finanziamento per il consolidamento strutturale e restauro del Grand Hotel – spiega Milesi – Per la riattivazione della funicolare e valorizzazione dell'area Vetta è stato invece fatto un investimento di 5.900.000 euro, altri 1.700.000 euro sono stati finalizzati per l'acquisizione di una porzione di Villa Giuseppina allo scopo di realizzare il Centro Termale Curativo. 2.156.000 euro l'investimento per l'acquisizione ed il recupero dell'ex cinema Eden ed infine 90.000.000 euro riguardano la flagship factory della Sanpellegrino Spa con riflessi positivi sull'immagine turistica”.

Accanto a questi investimenti di maggior rilievo, innumerevoli altre opere di riqualificazione di spazi, parchi pubblici e impianti di illuminazione, messa in sicurezza dalla caduta massi, realizzazione di nuove strade, ecc. nel centro cittadino come nelle diverse frazioni – conclude Milesi – Mantenimento e organizzazione di nuovi servizi a sostegno delle persone in condizioni di fragilità, promozione di manifestazioni turistiche, sportive e culturali”.

Resta aggiornato

Vuoi ricevere ogni settimana le nostre notizie ??
Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti

Anche per Marco Milesi di San Giovanni Bianco non sarà possibile una ricandidatura. Conoscere il nome del nuovo candidato è ancora prematuro, ma l'attuale sindaco conferma: “Da mesi stiamo lavorando sui prossimi progetti con la squadra che mi ha accompagnato in questi anni, alla quale si sono aggiunti diversi cittadini che intendono fornire il loro contributo, rafforzando così le competenze dell'attuale squadra. Io continuerò a dare il mio contributo alla squadra”.

Dieci anni di mandato “molto intensi” come ha sottolineato Milesi, che hanno permesso di ottenere diversi, importanti risultati: fra questi il completo risanamento finanziario dell'Ente, commissariato a causa della situazione economica al limite del dissesto finanziario e nel 2010 ottavo paese in Italia per debito pro-capite. “Grazie ad un lavoro di squadra svolto dall'amministrazione comunale coinvolgendo associazioni, gruppi e persone impegnate nella comunità si è riusciti a ripartire sia da un punto di vista finanziario, sia nel poter mettere in campo una serie di nuovi servizi a favore della cittadinanza, in particolare in ambito sociale ed a favore delle fasce più deboli” afferma il primo cittadino.

Nella seconda parte, l'amministrazione è poi intervenuta sul patrimonio comunale, effettuando lavori di sistemazione della scuola media, scuola elementare, palazzetto dello sport ed il rifacimento dell'impianto sportivo a Briolo. In fase di ultimazione, ora, è l'opera più importante degli ultimi decenni sul suolo comunale: la realizzazione del nuovo ponte a nord dell'abitato. “Da sottolineare – conclude Milesi – il costante impegno al fianco delle attività produttive, per creare le condizioni al fine di incrementare l'occupazione, basti pensare alla riapertura delle cave di marmo arabescato orobico, la riqualificazione del sito delle ex cartiere Cima ora quartier generale del Gruppo Smi, l'insediamento di una nuova realtà in località Pradinarco ed i recenti positivi sviluppi del sito produttivo ex Brembo della Roncaglia”.

Discorso differente per Virna Facheris, ora sindaco di Valnegra: nonostante la possibilità di ricandidarsi (essendo il suo un Comune con meno di 3mila abitanti, è possibile effettuare tre mandati consecutivi al posto di due), il primo cittadino ha deciso di fermarsi dopo dieci anni a servizio del suo paese per dedicarsi completamente alla propria vita e famiglia.

Lascio spazio ad altri, sperando nei giovani – afferma Facheris – Riprendo in mano la mia vita specialmente quella professionale”. Il bilancio dei due mandati da sindaco si è rivelato essere “sicuramente positivo anche se, soprattutto nell'ultimo anno molto faticoso – sottolinea –. Positivo per le persone con cui ho amministrato e lavorato e per ciò che abbiamo costruito per la comunità. Non nego qualche delusione su persone ma fa parte della vita. Ritengo di essermi comportata equamente con tutti e soprattutto di non avere nessuno scheletro nell'armadio”.

Per quanto riguarda l'ipotesi di un “successore” alla poltrona di sindaco, Facheris non si sbilancia. “Ho chiesto alla mia lista se qualcuno avesse avuto voglia di candidarsi a sindaco e che io avrei messo a disposizione la mia competenza in ambito socio sanitario – spiega il primo cittadino –. Nessuno dei miei, a parole, vuole mettersi in gioco”.

Alessandro Vistalli, sindaco di Cornalba, sembrerebbe invece intenzionato a ricandidarsi per il terzo mandato consecutivo (anche il paese, come Valnegra, ha diritto ad un “tris” poiché Comune sotto i 3mila abitanti). L'obiettivo principale di Vistalli è quello di aiutare e sostenere il proprio paese nella ripartenza dopo gli effetti devastanti causati dalla pandemia da Covid-19.

L'intenzione è quella di ricandidarmi e di farlo ovviamente con la mia attuale lista – ha affermato Vistalli, intervistato da L'Eco di Bergamo – coinvolgendo nuove persone e speriamo anche qualche giovane. Con tutti i problemi dell'ultimo anno, però, non abbiamo ancora affrontato il discorso. Vogliamo aiutare il paese a ripartire dopo la pandemia e a far rimanere i giovani e le famiglie sul territorio”.

Seguici su tutti i nostri canali social

COMMENTI

Lascia un commento





Aprile 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

  






Scatti delle valli

La Voce delle Valli
Via IV Novembre 52 - 24038 S.Omobono Terme (BG)
P.IVA: 04228230167 e-mail: info@lavocedellevalli.it
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Bergamo
Direttore Responsabile Marco Locatelli

Seguici su

La Voce delle Valli Copyright 2017, All Rights Reserved Ecograph